rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca Pian Cansiglio

Tenta il suicidio in Cansiglio, viene salvato dai carabinieri

Salvataggio eroico da parte dei carabinieri di Caneva. Gli uomini dell'Arma hanno salvato la vita a un 45enne che aveva deciso di farla finta per problemi economici

Martedì 22 ottobre, verso mezzogiorno, il centralino del 112 ha ricevuto la telefonata di un cittadino che segnalava la presenza di un uomo morto all'interno di un’auto in località Casello della Guardia sul Cansiglio. 

L'autore della telefonata era un anziano che, spaventato dal ritrovamento, non si era avvicinato all'auto prima di chiamare i soccorsi. Sul posto si è precipitata la pattuglia dei carabinieri di Caneva composta dal vice brigadiere Alessandro Guida e dall'appuntato Luca di Meo. Dopo aver imboccato la strada provinciale che conduce all'altipiano del Cansiglio, grazie alla perfetta conoscenza del territorio gli uomini dell'Arma hanno raggiunto in pochi minuti il luogo del ritrovamento che si trovava in una zona montana isolata, impervia e non antropizzata, individuando non senza qualche difficoltà la presenza di un’auto con il motore acceso. Al loro arrivo i carabinieri hanno notato subito un tubo in plastica di colore bianco che immetteva i gas di scarico all'interno dell’abitacolo attraverso il finestrino posteriore appositamente sigillato con scotch da pacchi trasparente. Sdraiato sul sedile anteriore lato guida reclinato, il corpo apparentemente esanime di un 45enne. I carabinieri hanno aperto l’auto piena dei gas di scarico ed estratto il malcapitato che aveva provato a togliersi la vita, rianimandolo e prestandogli i primi soccorsi in attesa dell'ambulanza in arrivo dall'ospedale di Pordenone e dei vigili del fuoco di Maniago. L’insano gesto dell'aspirante suicida è stato sventato grazie al tempestivo intervento dei carabinieri di Caneva ed alla preziosa segnalazione telefonica dell'anziano spaventato ma solerte nel contattare il 112. Il tentato suicidio sarebbe riconducibile a problemi finanziari e debiti insostenibili per il malcapitato 45enne. L’uomo, rianimatosi e avvedutosi della presenza rassicurante dei due carabinieri, ha avuto per loro parole di sentito ringraziamento. E’ stato affidato alle cure dei sanitari, non versa in pericolo di vita e potrà tornare presto all'affetto dei suoi cari. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tenta il suicidio in Cansiglio, viene salvato dai carabinieri

TrevisoToday è in caricamento