rotate-mobile
Cronaca

Terremoto Emilia: seconda scossa intorno alle 13 in Veneto

Seconda scossa di terremoto nel Nord Italia, intorno alle 13. Il movimento tellurico, con epicentro nell'Emilia, ha raggiunto anche il Veneto e la Marca trevigiana. Non sono segnalata danni a Treviso

Una seconda lunga scossa, oggi, ha fatto tremare il Nord Italia intorno alle 13. Ancora una volta l'epicentro è in Emilia Romagna.

Il secondo movimento tellurico è stato meno forte del primo ma non per questo meno spaventoso. Chi si trovava ai piani più alti dei palazzi è sceso in strada, anche a Treviso. Stamattina al centralino dei Vigili del fuoco della provincia sono arrivate oltre trecento telefonate, ma fortunatamente non sono stati necessari interventi agli edifici.

Molte delle chiamate sono venute dalle scuole, tra le quali Tezze, Castelfranco Veneto, Treviso e Fontanelle. Per il momento nella Marca non si segnalano danni a persone o cose. A scopo precauzionale, alcuni istituti del capoluogo e di Preganziol, Roncade e Valdobbiadene sono stati evacuati. Passate le scosse gli studenti e gli insegnanti sono rientrati in aula.

Una ventina di uomini del Comando provinciale dei Vigili del fuoco sono stati inviati a Ferrara per verificare la stabilità degli edifici.

In Veneto i danni più gravi si contano a Padova, nella Basilica del Santo e di Santa Giustina, a Venezia, ai Giardini Papadopoli, e a Rovigo.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto Emilia: seconda scossa intorno alle 13 in Veneto

TrevisoToday è in caricamento