rotate-mobile
Giovedì, 29 Febbraio 2024
Cronaca

Terremoto in Turchia, rientrati i vigili del fuoco partiti dal Veneto

Il Team Usar del Veneto e del Friuli Venezia Giulia, composto da 15 unità, era guidato dall'ingegner Francesco Cicirello, funzionario del comando di Treviso

Sono atterrati a Pisa e Pratica di Mare gli aerei di Guardia di Finanza e Aeronautica Militare che hanno riportato in Italia il contingente dei vigili del fuoco che ha operato in aiuto alle popolazioni colpite dal devastante terremoto in Siria e Turchia.

 WhatsApp Image 2023-02-19 at 11.07.39

Alle ore 20.20 di sabato sera, 19 febbraio, l'arrivo dell’Atr 42 della Guardia di Finanza all’aeroporto militare di Pisa con a bordo il Team Usar del Veneto e Friuli Venezia Giulia insieme al personale sanitario. Il contingente composto da 15 unità era guidato dall'ingegner Francesco Cicirello, funzionario del comando di Treviso. Ad accogliere gli operatori il direttore regionale dei vigili del fuoco della Toscana, Marco Frezza, e il comandante  di Pisa Nicola Cianelli (team leader). Il personale è stato salutato anche dal capo del corpo nazionale dei Vigili del fuoco Guido Parisi in collegamento telefonico. Il Team Usar del Veneto e Friuli Venezia Giulia, è poi rientrato nella notte presso il comando di Venezia, da dove era partito la settimana scorsa.

Il commento di Zaia

«Voglio ringraziare chi, in Turchia, ha portato soccorso, aiuto, conforto. E l'ha fatto con la solita professionalità che contraddistingue i Vigili del Fuoco, abituati ad agire dove lo scenario impone una grande preparazione tecnica, unita a doti umane non comuni. E la grande competenza degli uomini del Soccorso Alpino della Guardia di finanza, soccorritori di primo piano» dichiara il presidente della Regione Veneto.

foto2 (1)

«Durante la missione questi soccorritori hanno partecipato al recupero del nostro connazionale che ha perso la vita, Angelo Zen, a Kahramanmaras, la città turca di un milione di abitanti epicentro del sisma rasa al suolo dalla scossa. Hanno lavorato anche sulle macerie di numerose altre palazzine, portando aiuto alla popolazione locale. Questi Vigili del Fuoco e uomini della Guardia di finanza hanno avuto anche il compito di coordinare localmente le quadre internazionali di soccorritori specialisti nel recupero fra le macerie - prosegue Zaia -. Voglio personalmente ringraziare questi professionisti che hanno, con efficacia ma anche con grande discrezione, saputo agire con estrema generosità in uno scenario davvero complesso. Sono stati un esempio: ambasciatori veneti di solidarietà. Il ringraziamento va anche alla struttura e ai comandi dei Vigili del Fuoco e della Guardia di finanza, sempre pronti quanto le criticità richiedono un intervento immediato» termina il Governatore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto in Turchia, rientrati i vigili del fuoco partiti dal Veneto

TrevisoToday è in caricamento