Fisco e mazzette, condannata commercialista trevigiana

Concluso a Venezia il processo tenuto nell'aula bunker. Due anni e 3 mesi di reclusione a Tiziana Mesirca, 8 mesi per il dirigente dell'Agenzia delle entrate di Venezia Cristian David e 4 anni per il tenente colonnello della Gdf Vincenzo Corrado

Nella foto Tiziana Mesirca

Tre coondanne. Si è concluso così il processo, in aula bunker a Mestre sulle presunte "mazzette" che sarebbero state pagate per favorire l'accordo tra imprenditori ed erario, favorendo così i contribuenti. La commercialista trevigiana Tiziana Mesirca è stata condannata a 2 anni e 3 mesi di reclusione; il dirigente dell'Agenzia delle entrate di Venezia, Cristian David a 8 mesi di reclusione e il tenente colonnello della guardia di Finanza Vincenzo Corrado alla pena di anni 4 di reclusione per traffico di influenze illecite e collusione. Assolto invece dalle due più gravi accuse: ossia quelle di corruzione per le quali il Tribunale, riconoscendo le circostanze attenuanti generiche, ha ritenuto insussistenti le accuse di corruzione elevate dalla Procura veneziana per avere, secondo l'accusa, rivelato segreti di ufficio e per essersi asservito ad un imprenditore è dall'ipotesi di truffa, falso ideologico e rivelazione del segreto d'ufficio, accuse per le quali era stata chiesta una condanna a  7 anni di reclusione.

Nell'aula bunker sono sfilati professionisti e pubblici ufficiali dell'Agenzia delle Entrate e della Guardia di Finanza nel processo durato oltre due anni in cui sono comparsi 30 testimoni e per il quale erano state applicate misure cautelari carcerarie nei confronti di tutti gli imputati e degli imprenditori coinvolti, che hanno anticipatamente definito le loro posizioni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Siamo soddisfatti - ha detto l'avvocato Fabio Crea, legale di Corrado - perché abbiamo dimostrato, come affermato sin dall'inizio, che non vi erano mai state condotte di corruzione parte del mio assistito. Ricorreremo in appello per cancellare anche i reati minori al momento ritenuti sussistenti da parte del Tribunale».  Ben diversa la reazione della commercialista Mesirca, condannata a due anni e tre mesi per il concorso nei reati attribuiti a Corrado. «E' tramortita da una sentenza estremamente penalizzante, sorprendente e inaspettata» fa sapere il suo legale Carlo Broli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19: allarme arancione in Veneto, Zaia temporeggia sull'ordinanza

  • L'auto si schianta fuori strada: morto un 22enne, due feriti gravi

  • Torna l'ora solare, quando vanno spostate le lancette

  • Vedelago, travolta e uccisa da un'auto di fronte al marito

  • Auto sbanda e si ribalta, conducente in ospedale: è gravissima

  • Focolaio Covid a La Madonnina di Treviso: trovate 9 persone positive

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento