menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vendita on line di anabolizzanti, sequestrati 490 siti internet

Otto indagati con l'accusa di ricettazione di sostanze dopanti, c'è anche un trevigiano la cui abitazione è stata perquisita dai militari del nucleo Nas

TREVISO Otto indagati con l'accusa di ricettazione di farmaci anabolizzanti e 490 siti Internet oscurati. Sono i risultati di un'indagine denominata 'Sirtakì, diffusi dai Nas di Torino. I carabinieri del Nas del capoluogo torinese, nelle province di Torino, Alessandria, Genova, Treviso, Lecco e Firenze, coadiuvati da militari effettivi ai Nas e ai Comandi provinciali territorialmente competenti - informa la nota - ieri hanno dato esecuzione a 8 decreti di perquisizione locale emessi dalla procura della Repubblica presso il tribunale di Torino, nei confronti di altrettanti indagati ritenuti responsabili a vario titolo del reato di ricettazione di farmaci a effetto dopante/anabolizzante, acquistati prevalentemente su siti Internet esteri. Grazie agli elementi acquisiti, il Gip ha emesso un decreto di sequestro preventivo con conseguente oscuramento nei confronti di 490 siti Internet che costituivano un riferimento per l'acquisto di farmaci anabolizzanti, i cui provider erano prevalentemente collocati in Stati esteri.  L'operazione di polizia giudiziaria rientra in una più ampia attività di contrasto al traffico e all'impiego di sostanze anabolizzanti - in ambito sportivo, agonistico e non - avviata dai militari del Nas di Torino che, solo questo mese, ha portato all'esecuzione di ulteriori 21 decreti di perquisizione domiciliare nei confronti di altrettanti indagati e al rinvenimento e sequestro di circa 550 confezioni di farmaci anabolizzanti, per un valore complessivo di circa 30 mila euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Tre pasticcerie trevigiane in sfida a Cake Star

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento