menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Stop ai camion sulla Noalese: traffico deviato sulla Castellana

Dopo la sperimentazione, il traffico pesante verrà deviato in Castellana con un consistente alleggerimento della Noalese a partire dal 9 giugno.

TREVISO Via i Tir dalla strada Noalese nel tratto che attraversa il quartiere di San Giuseppe. Ad annunciare l’intervento, che sarà operativo da martedì 9 giugno, il vicesindaco e assessore alla mobilità Roberto Grigoletto che mercoledì mattina ha portato all’attenzione della giunta un provvedimento, definitivo, che prevede di istituire il divieto di transito per i mezzi pesanti superiori alle 7,5 tonnellate nel tratto della Noalese dalle Stiore alla Tangenziale. 

“Il traffico pesante verrà deviato in Castellana con un consistente alleggerimento della Noalese. La cartellonistica più piccola  è stata completata già oggi – ha concluso -, mentre le modifiche ai portali, i cartelloni più grandi posti sui supporti dei semafori verranno sistemati nel giro di due giorni”. Il provvedimento riguarda il divieto di transito per i mezzi pesanti superiori a 7,5 quintali in direzione da Treviso a Quinto nel tratto dalla tangenziale alla rotatoria di via Mercato Ortofrutticolo; la deviazione su via Castellana; un divieto per i mezzi pesanti aventi massa superiore alle 7,5 tonnellate anche in via dell’Aeroporto, in modo che la viabilità secondaria non venga usata come percorso alternativo alla tangenziale dai veicoli diretti verso Padova.

“Dopo la sperimentazione dell’estate scorsa e le rilevazioni effettuate nei mesi successivi sono molto felice di poter rendere permanente un provvedimento che mira a intervenire su problematiche da tempo presenti nel quartiere e che stanno a cuore a questa amministrazione”, ha dichiarato il vicesindaco.  L’elevato volume veicolare comporta il continuo verificarsi di accodamenti e congestione con notevoli risvolti in termini di pericolosità e inquinamento – si legge nel provvedimento -. Le problematiche potrebbero essere in parte risolte “solo attraverso la realizzazione di una serie di interventi infrastrutturali di una certa importanza e di un notevole impegno economico (ad esempio il IV lotto della tangenziale, il sottopasso in via Castellana, la Noalese bis)”.

Grazie ai dati di traffico raccolti è stato possibile effettuare una microsimulazione del deflusso veicolare tenendo conto della deviazione dei mezzi pesanti. E i risultati indicano che l’accomodamento derivante dalla chiusura delle sbarre non arriva a interessare le vicine rotatorie del mercato ortofrutticolo, a condizione che si provveda a una adeguata gestione del semaforo all’incrocio tra la Castellana e via Santa Barbara. Sarebbe necessario installare alcune spire a induzione magnetica in corrispondenza dell’intersezione e sostituire il vecchio centralino Eltraf digitale con uno di nuova generazione. Il costo per la sostituzione del e per l’installazione delle spire è di settemila euro. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento