rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Cronaca

Traffico di cocaina: quarantenne fermato dalle forze dell'ordine con 50 ovuli in corpo

Nuovo blitz dell'Agenzia delle Dogane che nelle scorse ore ha fermato all'aeroporto Canova di Treviso un cittadino di origini nigeriane appena sbarcato nella nostra provincia

TREVISO E' stato arrestato con l'accusa di traffico internazionale di sostanze stupefacenti un cittadino di origini nigeriane che nelle scorse ore è stato fermato dagli uomini dell'Agenzia delle Dogane all'aeroporto Canova di Treviso.

Nella pancia dell'uomo, un corriere della droga di 42 anni, c'erano circa cinquanta ovuli di cocaina pronti per essere immessi nel mercato della provincia nel corso delle prossime settimane. Provvidenziale una soffiata ricevuta dalle forze dell'ordine che hanno fermato l'uomo al suo arrivo a Treviso al termine di un volo proveniente dall'aeroporto belga di Charleroi. Al momento del fermo l'uomo non ha opposto resistenza ma i problemi sono arrivati quando il corriere ha dovuto espellere tutti gli ovuli ingeriti. Trasportato d'urgenza all'ospedale Ca' Foncello, l'uomo ha impiegato quattro giorni per liberarsi dell'intero carico di cocaina, mentre gli agenti della polizia di Treviso lo piantonavano all'esterno della sua stanza d'ospedale. Nella mattinata di sabato il giudice delle indagini preliminari Angelo Mascolo ha convalidato l'arresto del corriere africano. Per lui ora si apriranno le porte del carcere di Santa Bona. L'operazione delle forze dell'ordine è solo l'ultima di una lunga serie nata con lo scopo di arginare il fenomeno dello spaccio di droga nella nostra provincia attraverso corrieri provenienti, nella maggior parte dei casi, proprio dalla Nigeria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Traffico di cocaina: quarantenne fermato dalle forze dell'ordine con 50 ovuli in corpo

TrevisoToday è in caricamento