Domenica, 16 Maggio 2021
Cronaca Via Mel Isidoro

La polizia ferroviaria tra gli studenti di San Fior con il progetto "Train to be cool"

Grazie a questa iniziativa, gli alunni delle scuole vengono informati sulle attività che svolge l'agente della polizia ferroviaria che all'occorrenza può diventare un punto di riferimento

TREVISO L’iniziativa denominata “Train to be cool” nata nel 2013, è stata proposta nella giornata di martedì agli studenti del primo anno della scuola secondaria di primo grado dell’Istituto Comprensivo di San Fior, a Godega di Sant’Urbano Frazione di Pianzano. L’incontro è stato richiesto dall’assistente sociale Marcon Patrizia in collaborazione con il docente dell’istituto Bellotto,  in quanto l’esperienza precedente effettuata il 18 maggio 2015 aveva riscontrato gran interesse tra i gli studenti,  i docenti e le autorità amministrative, presenti presenti anche quest’anno.

Screenshot 2016-02-17 15.10.09-3

L’iniziativa ha raccolto ampi consensi, tanto che nel 2015 la platea di studenti agli incontri con la polizia ferroviaria è arrivata a contare  3102 ragazzi appartenenti a 35 scuole in tutto il Veneto. Gli agenti della polizia ferroviaria per il Veneto, tra cui l'ispettore capo Bedendi Massimiliano e l'assistente capo Fantini Donatella, hanno impostato gli incontri con gli alunni, proponendosi come soggetti a cui i giovani possono rapportarsi quando si spostano all’interno del mondo ferroviario. Grazie a questa iniziativa, gli alunni delle scuole vengono così informati sulle attività che svolge l’agente della polizia ferroviaria che all’occorrenza può diventare un punto di riferimento,  un “amico”,  sul quale poter contare in caso di necessità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La polizia ferroviaria tra gli studenti di San Fior con il progetto "Train to be cool"

TrevisoToday è in caricamento