menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Trans picchiato e rapinato dalle coinquiline: condannate due lucciole sudamericane

Finite a processo con le accuse di favoreggiamento della prostituzione, rapina e lesioni personali, hanno rimediato una pena di due anni e quattro mesi di reclusione a testa

MONTEBELLUNA Due anni e quattro mesi di reclusione ciascuna, 700 euro di multa e una provvisionale di 3 mila euro a titolo di risarcimento danni che dovrà essere quantificato in sede civile. Questa la condanna inflitta a due lucciole sudamericane, una colombiana di 43 anni e una dominicana di 31, finite a processo per rispondere dei reati di favoreggiamento della prostituzione, rapina e lesioni personali.

Vittima delle loro condotte un trans colombiano di 40 anni, a cui le due donne avevano affittato una stanza del loro appartamento a Montebelluna per esercitare la professione. Stando a quanto sostenuto dalla Procura di Treviso, i fatti contestati risalgono al 3 agosto 2014. Dopo aver accolto in casa il trans poco più di un mese prima, facendosi pagare 350 al mese per l'affitto della camera, le due lo avrebbero aggredito proprio all'interno dell'appartamento.

Sembra che a scatenare le ire delle due prostitute sia stato un banale litigio riguardo l'affitto, poi degenerato. Nel capo d'imputazione si legge che le sudamericane avrebbero iniziato a prendere il trans a schiaffi sottraendogli il cellulare e 150 euro in contanti. Una volta medicato al pronto soccorso, i medici avevano riscontrato sul 40 enne una contusione facciale e una ferita da morso su un avambraccio. Lesioni giudicate guaribili in 8 giorni di prognosi.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Notizie

Bollo auto 2021: il Veneto proroga la scadenza

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento