Trasportava un carico di carne in maniera illegale: sanzionato un autotrasportatore

La polizia ha multato l'uomo per aver guidato senza accendere il frigo per la conservazione e il mittente per non aver usufruito di un autista iscritto all'albo

Nel corso dell'ultima settimana la polizia stradale, visto il periodo di emergenza legato al Coronavirus, ha intensificato ulteriormente i controlli concentrandoli, nello specifico, nel contenimento del contagio sul territorio nazionale. Purtroppo, anche questa volta non sono mancate le contravvenzioni. Giovedì, infatti, è stato controllato un autocarro il cui conducente trevigiano era alla guida per trasportare un carico di carne fresca indirizzata ad una macelleria locale per il consumo umano. Dal controllo del mezzo, e del carico, è in breve tempo emerso che: il frigo del veicolo non era in funzione; le autorizzazioni per il trasporto di alimenti freschi erano scadute; il trasporto veniva effettuato per conto di terzi senza però essere iscritto all'albo nazionale dei trasportatori.

Per garantire quindi l'idonea conservazione della carne è stata contattata l'Ulss 2 e sul posto è subito giunto l'ufficiale sanitario in reperibilità, il quale ha effettuato la misurazione la temperatura del carico con sonda termica, oltre ad ispezionare di persona lo stato effettivo di quanto trasportato. Al termine dei controlli, sia il mittente che l'autista sono stati sanzionati. Il primo per essersi avvalso di un trasportatore non regolarmente iscritto all'albo, il secondo per trasporto abusivo di beni alimentari.

Oltre a ciò, non sono in ogni caso mancate anche contravvenzioni per il mancato rispetto del Decreto governativo che limiti gli spostamenti durante questo periodo. Proprio per questo motivo, i controlli della polizia stradale, nel corso delle festività pasquali, verranno intensificati per cercare di evitare quanto più possibile gli spostamenti non necessari da parte di tutti gli utenti della strada.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Zaia: «Zona arancione in Veneto durerà un paio di settimane»

  • Lascia un messaggio al bar: «Grazie, ho vinto quasi due milioni di euro»

  • Telepass: «Due anni di canone gratuito per i residenti nella Marca»

  • Corre in strada nuda e insanguinata: i residenti chiamano la Polizia

  • Veneto zona arancione per un'altra settimana: «Penalizzati dall'ospedalizzazione»

  • Dimagrire velocemente: che cos'è la dieta del riso

Torna su
TrevisoToday è in caricamento