Coro da record per la Traviata: 500 alunni cantano la lirica con i professionisti

Domenica scorsa è andato in scena il progetto realizzato dall'Istituto Comprensivo I di Castelfranco Veneto: gli allievi della scuola primaria "diretti" dal Maestro Petrolo

CASTELFRANCO VENETO Domenica scorsa grande successo per la celeberrima Opera “La Traviata” di Giuseppe Verdi in un allestimento davvero speciale. La rappresentazione - curata dalla regista Giovanna Müller su progetto originale e realizzata dall’Istituto Comprensivo I di Castelfranco Veneto su proposta dell’insegnante di educazione musicale, Simonetta Bolzon - ha coinvolto oltre 500 bambini, allievi e studenti della scuola primaria, i quali hanno cantato a fianco di un cast di bravi professionisti sotto la direzione del Maestro Maurizio Petrolo e con la collaborazione della pianista Romilda Beraldo, hanno partecipato alle scene, hanno contribuito agli allestimenti e sono stati coinvolti in interessantissimi laboratori di pittura a tema tenuti dai pittori Moscardelli e Viola.

Ad arricchire ulteriormente il quadro la compagnia di danza della scuola DansAtelier diretta dalla maestra Elisabetta Galli e non è mancato nemmeno un laboratorio del fumetto guidato dall’insegnante Carla Michieli dove la storia di Violetta e Alfredo è stata riscritta in chiave figurativa.

In un periodo come questo, in cui non si fa che parlare di problematiche e crisi generalizzata della scuola pubblica, questo è sicuramente un episodio esemplare di come la professionalità, caparbietà e competenza di dirigenti e insegnanti possa ancora consentire di realizzare progetti validi, nuovi ed interessanti. Sostenuto dalla preside Michela Bolzon e dalla vice preside Michelina Bacchion, il team di insegnanti di musica ha lavorato per quasi due anni in ammirevole sinergia profondendo idee ed energie al fine di permettere agli studenti di vivere un’esperienza unica e davvero speciale: partecipare da protagonisti all’allestimento e alla realizzazione teatrale di un’Opera lirica come in un vero, grande teatro.

La serata, che doveva tenersi all’interno delle mura del castello, si è svolta nella palestra Palavenale a causa del cattivo tempo. Troppo piccoli gli spalti per contenere i tanti spettatori, soprattutto i genitori dei ragazzi delle scuole medie Giorgione, di Treville e della scuola elementare Masaccio. Davvero scenografico il grande coro, davvero da record, che ha aperto l’esecuzione sulle note del “Libiam nei lieti calici”. Va ricordato che il I circolo ha nelle sue scuole l’indirizzo musicale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Zaia: «Zona arancione in Veneto durerà un paio di settimane»

  • Veneto zona arancione per un'altra settimana: «Penalizzati dall'ospedalizzazione»

  • Lascia un messaggio al bar: «Grazie, ho vinto quasi due milioni di euro»

  • Covid: l'intestino può essere responsabile della gravità e della risposta immunitaria

  • Dimagrire velocemente: che cos'è la dieta del riso

  • Gennaio 1985 la nevicata del secolo: il grande freddo a Treviso

Torna su
TrevisoToday è in caricamento