Tre cori in armonie

Concerto vocale nell'ambito del progetto "Voci senza confini"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Sabato 20 giugno 2015 alle ore 21.00 il palco dell'Auditorium Dina Orsi di Conegliano ospiterà la serata conclusiva dei "Tre movimenti di primavera", rassegna concertistica organizzata dal Coro dell'Istituto Musicale ''Arturo Benedetti Michelangeli''. L'evento vedrà protagonisti oltre al coro coneglianese altri due cori: il Coro ''Il Bell'Humore'' di Padova e il Coro ''Naruon'' di Nishinomiya (Osaka) - Giappone. Grazie all'impegno e alla volontà dei due cori italiani presenti che accompagneranno sul palco i nostri graditi ospiti avremo la possibilità di sentire un coro di voci provenienti dall'altra parte del globo che proporrà brani di compositori giapponesi.

Un evento di respiro internazionale che permetterà al pubblico presente in sala di arricchire il proprio bagaglio di ascolti con un'esperienza sonora e un repertorio davvero inusuali.

Il concerto si inserisce nel progetto ''Voci senza confini'', un importante momento di confronto e di scambio di esperienze, un percorso culturale nato nell'ottica di ampliare la conoscenza delle tradizioni musicali nella convinzione che essa sia di stimolo alla comprensione tra i popoli.

E' proprio alla condivisione degli ideali di pace e tolleranza che il coro Michelangeli si è ispirato nel dar vita a questo nobile e prestigioso progetto.

L'evento è realizzato in collaborazione con allievi dei corsi strumentali dell'Istituto Michelangeli.

L'ingresso è libero.

Cori ospiti:

- Coro ''Il Bell'Humore'' di Padova, diretto dal M° Franco Massaro:

il coro nasce nel novembre 2007, propone un repertorio molto vario che spazia dalla musica rinascimentale a quella del 1900, da quella sacra a quella profana, e ha partecipato a numerosi concerti e rassegne corali.

- Coro ''Naruon'' di Nishinomiya (regione di Osaka), Giappone, diretto da Yoshiko Okazaki:

il coro e' stato fondato nel 1993 nel quartiere Naruo di Nishinomiya, città giapponese nella

regione di Osaka. ''Naru'' significa suonare e ''On'' significa suono: con gli ideogrammi di queste due parole è stato formato il nome del coro "Naruon".

Il repertorio e' molto vasto e spazia dalla musica tradizionale giapponese alla musica classica e moderna, sia sacra che profana. Il coro ha partecipato a moltissimi concerti e concorsi nazionali ricevendo numerosi premi e riconoscimenti. Con i concerti di Padova (19 giugno 2015) e di Conegliano (20 giugno 2015) il coro Naruon si esibisce per la prima volta fuori dal territorio nipponico.

Coro Polifonico Michelangeli

Si forma nel 1997 sotto la direzione artistica di Alberto Pollesel e Anna Tirindelli.
Prosegue la sua formazione con l'esecuzione di brani della tradizione popolare, di autori classici o contemporanei, dedicandosi allo studio di particolari composizioni per coro misto e costruendo negli anni un repertorio che spazia nella cultura di diverse nazioni.
Si è esibito in varie chiese e sale del Veneto con programma sacro o con il progetto popolare-internazionale "Voci senza Confini".
Dal 2002 al 2011 è stato diretto da Patrizia Tomasi. Dal 2012 direttrice del coro è Svetlana Saroka, laureata in Bielorussia in pianoforte, letteratura musicale e teoria, pedagogia musicale e direzione corale.

Torna su
TrevisoToday è in caricamento