menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Maltempo, ritardi e disagi sulle linee ferroviarie del Veneto

La pioggia e i venti forti del fine settimana hanno messo a dura prova il sistema ferroviario, non solo nella Marca ma in tutta la regione. Chisso: "Servizio non può essere compromesso da infrastrutture inadeguate"

TREVISO - Il maltempo che ha guastato il fine settimana dei trevigiani ha causato non pochi disagi alla rete ferroviaria della regione.

Domenica 23 marzo Venezia è rimasta praticamente isolata, a causa di un traliccio piegato dal vento e lunedì mattina i disagi sono comparsi anche sulle linee che da Venezia, attraverso la regione, portano in Friuli Venezia Giulia: prima un guasto ai deviatoi della stazione di Sacile, poi un malfuzionamento degli apparati al bivio Aurisina, e ancora problemi ai passaggi a livello tra Belluno e Conegliano.

Il lunedì dei pendolari veneti è quindi iniziato nel peggiore dei modi, con ritardi, cancellazioni e disagi a non finire.

“Capisco che siamo in un epoca di cambiamenti climatici, ma non siamo ancora agli uragani tropicali, alle tempeste boreali e alle loro catastrofiche conseguenze - ha commentato sarcastico l'assessore regionale alla politiche della mobilità, Renato Chisso - E’ impensabile che il maltempo, sia pure forte che non ha molto di speciale, mandi letteralmente in tilt il servizio ferroviario, provocando non solo disagi a chi viaggia, ma danni economici notevoli alle imprese e ai singoli”.

Intendiamoci, gli imprevisti sono sempre in agguato – ha aggiunto Chisso – e non la chiamo sfortuna per scaramanzia. Ma non escluderei che una tale somma di inconvenienti vada fatta risalire a una debolezza generale delle infrastrutture ferroviarie, che abbiamo riscontrato anche nella giornata di avvio dell’orario cadenzato e in altre occasioni. Tutti gli interessati, passeggeri, la Regione e anche Trenitalia, che poi i treni è impegnata a far correre, devono poter contare su sistemi meno delicati e con una migliore manutenzione, che non si guastino per un po’ di freddo, per un vento intenso o - ha concluso - per la pioggia”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, l'imprenditore Amir Vettorello muore a 46 anni

Auto e moto

Cambio gomme invernali: scatta l'obbligo di montare le estive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento