menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un'aula del tribunale

Un'aula del tribunale

Maltrattamenti e insulti alla moglie: «Sei una cretina, tu e il tuo figlio handicappato»

Un 51enne di Trevignano è stato condannato dal tribunale di Treviso in abbreviato per maltrattamenti a due anni di reclusione, con la sospensione della pena

«Sei una cretina, una stupida, una fallita...tu e il tuo figlio handicappato». Questi alcuni degli insulti che un 51enne di Trevignano avrebbe rivolto per anni alla moglie prima che lei, dopo aver subito anche delle aggressioni fisiche, decidesse di presentare denuncia. Oggi (giovedì) l'uomo, difeso dall'avvocato Andrea Zambon, è stato condannato in abbreviato per maltrattamenti a due anni di reclusione, con la sospensione della pena.

Secondo la donna, che ha denunciato  il marito nel novembre del 2018 dopo l'ennesimo litigio sfociato in botte, l'uomo avrebbe  dimostrato un atteggiamento manesco e l'avrebbe sempre trattata male fin dai primi tempi del matrimonio. Spesso arrivavano gli schiffi, i pugni e i calci, come quando nel 2015 le aveva provocato un trauma cranico riscontratole al Pronto Soccorso. In alcune occasioni, secondo le indagini, l'avrebbe colpita a calcioni sulle gambe e una sera a cena, durante un litigio, le avrebbe anche versato della polenta bollente su un braccio. Sprezzanti i commenti sul figlio, chiamato abitualmente "il tuo figlio handicappato". Per l'accusa quella vissuta dalla donna per quasi tre anni era stata una quotidianità umiliante e avvilente. Ieri la condanna e la fine dell'incubo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Aeroporto Canova, Ryanair annuncia la programmazione estiva

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento