rotate-mobile
Venerdì, 23 Febbraio 2024
Cronaca Trevignano / Superstrada Pedemontana Veneta

Sassi dal cavalcavia sulla Pedemontana, torna l'incubo: caccia ai responsabili

Domenica pomeriggio un'auto colpita al parabrezza all'altezza di Trevignano. Indicati alla polizia stradale tre giovani che si sono dileguati in sella ai loro motorini. L'automobilista su Facebook: «Io posso dire di essere stato fortunato ma se dovessero ripetere la bravata… ci potrebbe scappare il morto»

Torna l'incubo dei sassi lanciati dal cavalcavia per colpire le auto in corsa. E' successo domenica scorsa, attorno alle 14, lungo il percorso della superstrada Pedemontana veneta, nel territorio di Trevignano. A denunciare l'episodio è stato un automobilista, la cui auto è stata danneggiata sul lato destro del parabrezza. L'uomo, dopo aver accostato il veicolo, si è rivolto alla polizia stradale di Treviso, incaricata si svolgere l'indagine che dovrebbe portare ad identificare gli autori di quella che non è catalogabile certo come una "bravata" ma avrebbe potuto avere conseguenze tragiche.

«Se avesse colpito al centro avrebbe sfondato il parabrezza e colpito mia moglie sul lato passeggero» ha raccontato con un post su Facebook l'automobilista, Alessandro Francardi «È stata fatta denuncia alla polizia con descrizione dei ragazzi che erano a bordo di tre motorini di piccola cilindrata uno dei quali colore verde pisello, con il cerchio bianco sul lato, per un eventuale numero e quest’ultimo poteva essere un motorino da enduro, molto rumoroso. Chi è della zona diffonda la notizia perché io posso dire di essere stato fortunato ma se dovessero ripetere la bravata… ci potrebbe scappare il morto».

I danni sulla carrozzeria del mezzo

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sassi dal cavalcavia sulla Pedemontana, torna l'incubo: caccia ai responsabili

TrevisoToday è in caricamento