rotate-mobile
Lunedì, 26 Febbraio 2024
Cronaca

Tredicenne lasciato da solo per tutta l'estate, indagata la madre

La donna, una cittadina ucraina, è stata denunciata per abbandono di minore. Il ragazzino avrebbe trascorso il periodo che va da fine giugno ai primi settembre lasciato a sé stesso nella casa familiare mentre la mamma lavorava lontano dal comune di residenza

Avrebbe trascorso tutta l'estate solo, con la compagnia di una cane, due gatti e alcuni conigli da compagnia. Gli unici contatti con il mondo esterno sarebbero stati il telefonino e il dipendente di un supermercato che ogni quattro giorni andava a casa sua a portargli la spesa. Questa è la storia di un ragazzino di 13 anni che avrebbe vissuto dalla fine di giugno ai primi di settembre solo in casa, "abbandonato" dalla madre che, nel  frattempo, avrebbe trovato una lavoro stabile in provincia di Verona. Evidentemente, non potendolo portare con sé, lo avrebbe lasciato nell'appartamento, che si trova in un Comune della Pedemontana trevigiana.

Sono stati i carabinieri a fare la scoperta, messi in allerta dai vicini di casa. Al loro ingresso nell'abitazione hanno trovato il giovanissimo in uno stato igienico sanitario precario, con le stanze della casa piene di deiezioni di animali. La mamma, una donna ucraina, è stata denunciata per abbandono di minore. Le è stato dato un legale d'ufficio (l'avvocato Alessandra Dalla Libera, che del fascicolo d'indagine dice di conoscere molto poco) ma in tutti questo mesi non ha mai preso contatto con il suo difensore. "Da settembre ad oggi – afferma -  ho cercato di mettermi in contatto con lei senza però riuscirci, né sono stata raggiunta da lei in nessun modo. E' come se fosse sparita nel nulla".

Viktor (il nome è di fantasia) è nato nel 2009 in provincia di Treviso. E' un ragazzino come tutti gli altri ma ha una situazione familiare molto complicata: il padre infatti è andato via circa una anno e mezzo fa, abbandonando lui e la madre. La donna si è allora dovuta rimboccare le maniche per affrontare le difficoltà e ad inizio estate avrebbe trovato un lavoro stabile lontano dalla sua residenza. Non potendo portare Viktor con sé si sarebbe dovuta rassegnare, prendendo la difficile decisione di lasciarlo a vivere da solo nel loro appartamento e facendogli visita soltanto una volta ogni 10 giorni. Della sua situazione del ragazzino nessuno sapeva nulla, neppure la scuola che Viktor ha frequentato fino alla fine del precedente anno scolastico e che, quando è stato trovato dai carabinieri, non era ancora iniziata. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tredicenne lasciato da solo per tutta l'estate, indagata la madre

TrevisoToday è in caricamento