Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Terremoto del centro Italia, sono stati 90 i vigili del fuoco di Treviso impegnati

Sin dalle prime ore dopo il sisma le squadre della Marca sono state impegnate prima a Pescara del Tronto, poi ad Arquata del Tronto ed infine ad Amatrice

TREVISO Dal 24 agosto scorso ad oggi, diverse squadre del Comando dei Vigili del fuoco di Treviso, per un numero complessivo che ammonta finora a 90 unità - si sono alternate con diversi compiti nelle attività di soccorso presso i territori dell'italia centrale colpiti dal recente sisma. Sin dalle prime ore e per due giorni, personale USAR del Comando - con competenze specialistiche nella ricerca e soccorso in ambito urbano - è stato impegnato prima a Pescara del Tronto, poi ad Arquata del Tronto ed infine ad Amatrice, contribuendo al salvataggio di una bimba di 6 anni e al ritrovamento e recupero di 8 persone decedute.

Nelle settimane successive, diverse decine sono stati gli interventi effettuati per assistenza alla popolazione nel recupero dei beni, per la realizzazione di opere provvisionali su strutture danneggiate, per la demolizione di fabbricati o per lo smontaggio controllato di edifici vincolati sotto il profilo storico-culturale. Da evidenziare il recupero di opere d'arte ed altri cimeli effettuato, d'intesa con tecnici del Ministero dei Beni Artistici MIBACT e personale del Comando Carabinieri Tutela del Patrimonio Culturale, presso il Museo civico "Nicola Filotesio" in Amatrice, all'interno di un edificio noevolmente danneggiato dal sisma.

Inoltre, sin dal primo giorno del sisma una squadra del Comando dei vigili del fuoco di Treviso è stata inviata presso il Campo-base di Arquata del Tronto (AP) per il montaggio e la successiva gestione del Modulo di Supporto Logistico regionale, ossia il campo-tende per 40 posti letto che ha ospitato personale vigili del fuoco proveniente dai Comandi del Veneto e che oggi assicura la sistemazione di personale VF proveniente da altre regioni di Italia.

Infine, alcuni Funzionari Tecnici di questo Comando sono stati dislocati presso il Campo-base di Cittareale (RI) per il coordinamento di squadre impegnate nelle attività di soccorso e per l'effettuazione di verifiche strutturali finalizzate al triage degli edifici colpiti dal sisma. Anche il Comandante provinciale con alcuni collaboratori sono tuttora impegnati a Rieti presso la Direzione di Comando e Controllo (DiComaC) della Protezione Civile, per le necessarie attività di raccordo e collegamento fra le strutture del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco e gli altri organismi operativi nazionali coinvolti nelle attività di soccorso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto del centro Italia, sono stati 90 i vigili del fuoco di Treviso impegnati

TrevisoToday è in caricamento