Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca Via Santa Bona Nuova

I bimbi della dell’asilo "Maria Immacolata" alla scoperta degli amici a quattro zampe

Hanno accolto letteralmente a braccia aperte due cagnoloni "salvati" e rimessi in salute dall'Oipa. Con loro anche i cani anti-droga Trixie e Hitch, insieme al conduttore Piero Curci e al vicesindaco Roberto Grigoletto

TREVISO Oggi, venerdì, a Treviso la prima tappa di un progetto importante promosso dall'Organizzazione nazionale protezione animali e supportato dal Comune di Treviso con l'obiettivo di far conoscere, rispettare e voler bene agli "amici a quattro zampe". I bambini della scuola dell’infanzia "Maria Immacolata" di Santa Bona Nuova, questa mattina, hanno accolto letteralmente a braccia aperte due cagnoloni "salvati" e rimessi in salute dall'Oipa, accompagnati all'asilo da tre volontari (Genny, Ilaria, Emanuele).

Con loro sono poi arrivato anche i due agenti a quattro zampe dell'unità cinofila della Polizia locale, Trixie e Hitch, insieme al conduttore Piero Curci e al vicesindaco Roberto Grigoletto, che hanno raccontato ai bambini l'importante lavoro dei due cani antidroga in forza al Comando di via Castello d'amore. "Gli animali devono essere conosciuti e rispettati; accuditi e mai abbandonati. Mai far loro del male perché loro sono pronti a fare del bene a tutti noi, come Trixie e Hitch sulle tracce, ogni giorno, delle persone che fanno cose brutte e non il nostro bene" - ha spiegato il vicesindaco Grigoletto agli oltre settanta bimbi seduti in cerchio nel cortile dell'asilo, con le maestre Chiara Gloria Nada e la direttrice Antonella Vanin.

La mattinata è proseguita con giochi e interazione con i cagnolini cerca casa di cui l’associazione si prende cura. "Ora insieme al Comune porteremo questa esperienza didattica nelle altre scuole, anche elementari e medie" - informa Mara Canzian, presidente dell'Oipa. "Negli ultimi anni, il tema della relazione tra gli esseri umani e gli animali è diventato sempre più dibattuto all’interno della società: una proposta didattica mirata può aiutare bambini e ragazzi a confrontarsi senza pregiudizi sulla relazione verso gli esseri viventi che popolano questa terra. Psicologi stessi affermano che ormai è dimostrato che molte persone violente verso i propri simili hanno iniziato a esercitarsi sugli animali. Educare quindi al rispetto degli animali significa anche educare al rispetto degli esseri umani". Chiude il vicesindaco: "Il progetto del Comune di Treviso, con l’aiuto di volontari animalisti, vuole utilizzare, come è accaduto questa mattina alla scuola d’infanzia Maria Immacolata, questa attrazione per far giocare, divertire i bambini, ma anche per affrontare temi importanti come la comunicazione, l’espressione delle emozioni, il comportamento degli animali, la cura e il rispetto della natura in genere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I bimbi della dell’asilo "Maria Immacolata" alla scoperta degli amici a quattro zampe

TrevisoToday è in caricamento