Cronaca

Una buona bottiglia, due calici e parte l'aperitivo in videochat con gli amici

In tanti, pur di non rinunciare ad una chiacchierata con gli amici, utilizzano applicazioni apposite oltre ai classici Skype o WhatsApp. Un modo per trascorrere del tempo insieme, ai tempi del Coronavirus

Un bicchiere di prosecco

In queste giornate di isolamento casalingo, a causa del Coronavirus, il contatto con l'esterno, anche in forma virtuale, è certamente fondamentale. Una boccata d'ossigeno per spezzare la noia e spegnere la tv, elemento costante della vita di tutti in questo periodo di quarantena forzata. E' per questo che in molti, pur di non rinunciare all'aperitivo prima di cena, organizzano videochat di gruppo, con gli amici. Vinto lo stranimento iniziale per lo strano interloquire con le videochiamate (strumento scarsamente utilizzato) può iniziare quello che viene chiamato "Aperichat". Insieme si apre una buona bottiglia (in cantina o in frigo non dovrebbe mai mancarne una scorta, figurarsi in un periodo del genere), si taglia un salame, del formaggio, si apre un sacchetto di patatine e si brinda, virtualmente, attraverso gli schermi di pc o smartphone, usando WhatsApp, Skype o altre applicazioni che permettono di scambiarsi idee, le esperienze della settimana, scambiarsi o commentare notizie, rilassarsi e fare una bella e sana risata. Sarà banale, futile ma questo tipo di incontri sono a dir poco fondamentali per sdrammatizzare la situazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una buona bottiglia, due calici e parte l'aperitivo in videochat con gli amici

TrevisoToday è in caricamento