rotate-mobile
Cronaca San Liberale / Via Bernardino Tomitano

Finto infermiere finge di misurare il battito cardiaco ad un anziani e lo deruba

L'episodio è avvenuto lo scorso 7 dicembre. Un pensionato, con questa tecnica, è stato alleggerito di un braccialetto e una collana in oro. Decisivo l'intervento di un agente della squadra mobile di Treviso che ha annotato la targa del truffatore, un 45enne residente nel veronese

Ha finto di essere un infermiere e si è avvicinato ad un anziano per misurargli il battito cardiaco, tastandogli polso e collo: uno stratagemma per sfilare al malcapitato il braccialetto e la collana in oro che stava indossando. Il ladro "manolesta", un 45enne residente nel veronese, è entrato in azione lo scorso 7 dicembre, a Treviso, in via Tomitano. Qualche giorno fa la squadra mobile è riuscita ad identificarlo e denunciarlo. Fondamentale per dare un volto all'infermiere-ladro è stato il contributo di un poliziotto libero dal servizio che vedendo da lontano un uomo che saliva di corsa su un’autovettura giunta nei pressi del luogo dove si è consumato il furto, ne ha subito annotato la targa.

Dagli accertamenti svolti dagli investigatori, coordinati dalla dirigente Immacolata Benvenuto, è emerso che quel veicolo era solitamente utilizzata da un uomo che era già stato arrestato alcuni mesi prima: fingendosi fisioterapista, aveva avvicinato un novantenne nei pressi di un cimitero ed aveva tentato di strappargli la collana in oro. Il 45enne, riconosciuto dall’agente della polizia che lo aveva visto subito dopo il furto, è stato riconosciuto anche dalla vittima in sede di individuazione fotografica. Il 45enne, con diversi pregiudizi di polizia per reati contro il patrimonio, è stato denunciato per furto pluriaggravato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finto infermiere finge di misurare il battito cardiaco ad un anziani e lo deruba

TrevisoToday è in caricamento