Artigiano minaccia azienda che gli deve soldi: «Pagatemi o vi uccido tutti»

La vicenda risale al 2016. L'uomo, cui spettavano 15 mila euro per dei lavori, è finito a processo per esercizio arbitrario delle proprie ragioni

Un artigiano di treviso è a processo per esercizio arbitrario delle proprie ragioni

«O paghi e vengo lì e vi ammazzo tutti». Deve essere stata colma la misura per un artigiano 45enne di Treviso che, all'ennesimo tentativo fallito di vedere i soldi per i lavori svolti, si è sentito opporre un secco diniego. L'uomo, che attualmente si trova in Francia e risulta bloccato dall'infezione per il Covid 19, è finito a processo per esercizio arbitrario delle proprie ragioni.

La vicenda risale al 2016. L'artigiano svolge dei lavori per una azienda che vengono finiti a regola d'arte. Ma il titolare non lo vuole pagare. Il 45enne tenta di tutto per rientrare di quei 15mila euro che avanza e si rivolge anche a un legale, al quale fa preparare anche un decreto ingiuntivo. Neppure aver intrapreso le strade legali smuove il debitore e allora un giorno prende il telefono e minaccia: «Adesso vengo lì, spacco tutto quello che trovo. Pagatemi o vi ammazzo tutti». Scatta la denuncia e nei confronti dell'uomo arriva anche un decreto penale che lo condanna a 3 mila euro.

«Io - spiega l'artigiano - ha solo chiesto che mi pagassero quello che mi era dovuto per i lavori che fatto e ultimato. Il punto  è che il titolare dell'azienda non vuole pagare. Anzi: mi ha denunciato per una telefonata fatta in un momento in cui ero particolarmente stressato sperando di bloccare le mie iniziative, contando sul fatto che cancelli il debito nei loro confronti in cambio della remissione della querela. Ma quei soldi mi servono, è giusto che venga saldato". L'imputato è difeso dall'avvocato Fabio Santoro che ieri ha chiesto il rinvio dell'udienza in quanto il suo assistito dovrebbe portare a termine la quarantena un volta rientrato in Italia.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Sernagiotto ricoverato al Ca' Foncello: «Condizioni disperate»

  • Malore improvviso al rifugio: 62enne muore tra le braccia della compagna

  • Zaia, nuova ordinanza: «Capienza ridotta in negozi e centri commerciali»

  • Pooh, nuovo disco dopo la morte di D'Orazio: «Le canzoni della nostra storia»

  • Se n'é andata Paola Maiorana, voce storica delle radio private trevigiane

  • Covid, Zaia: «Treviso è in area critica per i ricoveri ospedalieri»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento