menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Le volanti della polizia in azione

Le volanti della polizia in azione

Cerca di estorcere denaro ai genitori, interviene la polizia

L'episodio è avvenuto venerdì scorso in una zona residenziale di Treviso: il giovane, con problemi di droga, aveva danneggiato l'auto del padre e la madre per costringerli a dargli dei soldi

C'è voluto l'intervento della polizia, venerdì scorso, 10 luglio, per fermare un giovane tossicodipendente trevigiano che ha pesantemente minacciato i genitori, a cui cercava di estorcere del denaro. L'episodio si è consumato in una zona residenziale di Treviso. Protagonista del fatto Z.A., un 24enne con vari disturbi di natura comportamentale: oltre all'estorsione a madre e padre, il giovane ha danneggiato la loro auto. All’arrivo degli equipaggi delle volanti, Z.A. ha continuato a minacciare i genitori, colpevoli a suo dire di aver allertato le Forze dell’Ordine. Vista la potenziale pericolosità del 24enne, lo stesso è stato accompagnato all'ospedale Ca' Foncello per essere sottoposto agli esami clinici del caso. Per luiè scattata una denuncia per resistenza, violenza a pubblico ufficiale e minaccia aggravata.

Nella mattina dello scorso 5 luglio i poliziotti delle volanti hanno arrestato un guineano di 22 anni per una tentata rapina al supermercato Pam di via Zorzetto. In particolare D.A., già noto alle forze dell'ordine, dopo esser stato sorpreso da personale addetto alla vigilanza con della merce non pagata, per garantirsi l’impunità e tenersi la merce sottratta, ha minacciato gravemente i presenti brandendo una bottiglia. La situazione è stata risolta solo grazie al pronto intervento dei poliziotti, che sono riusciti a bloccare lo straniero ed arrestarlo.

Un cittadino cingalese di 35 anni, con vari precedenti e con a carico un provvedimento di allontanamento dalla casa familiare emesso dal Gip del Tribunale di Treviso, in quanto imputato per reati di maltrattamenti in famiglia, è stato portato in Questura e denunciato. Lo scorso 10 luglio l'asiatico, facendosi beffe del divieto e dopo aver abbondantemente abusato di sostanze alcoliche, si è introdotto nell’abitazione approfittando dell’assenza della moglie e spaventando i figli di 12 e 9 anni lasciati soli in casa dalla donna. L'uomo è stato, come detto, denunciato e stessa sorte è toccata anche alla moglie che alla luce della sua condotta omissiva è indagata per il reato di abbandono di minori.

A Treviso, la scorsa settimana, la Polizia di Stato ha sottoposto a controllo 458 persone, 151 veicoli, 12 esercizi commerciali e denunciato 5 persone.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento