rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca

Finisce a giudizio per esercizio abusivo della professione, avvocato assolto

Franco Bergamo, avvocato veneziano 69enne, avrebbe rappresentato a Treviso un cliente in un giudizio civile per quanto fosse stato sanzionato dall'ordine. Il giudice ha deciso sulla base della tenuità del fatto

Quando depositò l'atto, svolgendo un compito che era nelle sue funzioni di avvocato impegnato in un processo civile, Franco Bergamo, avvocato veneziano 69enne, era stato sospeso dal suo ordine. Un provvedimento disciplinare emesso perché si sarebbe "intascato", versandolo sul suo conto personale, un assegno di un cliente che invece avrebbe dovuto trattenere a scopo di deposito.
Oggi il legale è stato assolto dall'accusa di esercizio abusivo della professione. Il fatto, ha deciso il giudice, è di particolare tenuità.

La vicenda risale al 2016. Bergamo è stato appena sospeso dall'ordine degli avvocati ma lui, a suo dire, non lo sa. Si presenta quindi in Tribunale a Treviso per rappresentare un cliente e nel corso del procedimento civile  si limita a chiedere dei termini. Tutto a posto, fatto salvo che un collega viene a sapere della sospensione e lo segnala alla sezione disciplinare, che poi dispone la trasmissione degli atti in Procura.

Sempre nel 2016 l'uomo era stato era stato condannato a 10 mesi (pena sospesa) e ottomila euro di risarcimento per stalking. Bergamo avrebbe  vessato in ogni modo, «con atteggiamenti molesti, provocatori, offensivi, rendendo loro di fatto impossibile la vita a due famiglie vicine  di casa, così che, esasperati, si determinavano a cambiare casa, ma ciò nonostante le molestie continuavano». Li aveva accusati  di avergli rubato i gatti, li metteva a disagio anche in presenza di ospiti ed estranei, li minacciava di morte, provocava danneggiamenti ed imbrattamenti vari dell’immobile, così da creare un clima di costante tensione e stress tanto che i vicini  nonostante fossero proprietari dell’immobile, decisero di trasferire casa altrove. Ma le molestie erano proseguite nei confronti dei loro studi professionali di commercialista ed architetto rimasti a Carpenedo.
  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finisce a giudizio per esercizio abusivo della professione, avvocato assolto

TrevisoToday è in caricamento