menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Anziana ricoverata in rianimazione ottiene di poter avere le coccole del suo beagle

Allo studio dell'Ulss 2 il protocollo igienico-sanitario per esaudire il desiderio di una trevigiana di 78 anni. A dare il suo assenso all'iniziativa il direttore generale Francesco Benazzi

TREVISO Da qualche tempo è ricoverata presso il Ca' Foncello di Treviso, nel reparto di rianimazione, monitorata costantemente da macchinari. Per alleviare le sue sofferenze ha chiesto formalmente di poter avere con sè il suo amato beagle e la direzione dell'Ulss 2 ha, a sorpresa, aperto a questa possibilità. La paziente, una trevigiana di 78 anni, potrà dunque ricevere le coccole dell'animale. A dare il suo assenso all'ingresso in reparto del beagle è stato il direttore generale Francesco Benazzi che ha avviato lo studio di un apposito protocollo igienico-sanitario per evitare eventuali contaminazioni (l'animale sarà disinfettato completamente, soprattutto le zampe, visitato da un veterinario e parzialmente coperto con un telo verde). Il Ca' Foncello dunque, dopo la pet therapy che già viene impiegata in alcuni reparti, apre definitivamente le porte ai migliori amici dell'uomo. A riportare la notizia il Gazzettino di Treviso in edicola oggi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Attualità

«Perchè non è stata vaccinata anche mia moglie?»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento