menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Guarda il film porno con il wi fi della biblioteca comunale

L'episodio è avvenuto qualche giorno fa all'ex Gil e ha scatenato una valanga di reazioni su Facebook. il consigliere comunale Acampora: "Ennesimo episodio di degrado"

TREVISO Ha scatenato una valanga di polemiche tra gli utenti di Facebook e in particolare degli appartenenti al gruppo "La bella Treviso" la foto pubblicata da una ragazza che ha immortalato un uomo, quasi certamente straniero, intento a guardare un film porno sul suo tablet all'interno della biblioteca comunale all'ex Gil, utilizzando la rete wi fi comunale. L'immagine è inequivocabile: l'amante dei filmini hard è immortalato di spalle mentre, incurante dei presenti, è fisso sullo schermo dove è ben visibile una scena hot.

"Si tratta dell'ennesimo episodio di degrado urbano a Treviso -ha commentato il consigliere comunale Davide Acampora (Fratelli d'Italia)- Già in passato come consigliere d'opposizione avevo segnalato il problema, ma nessuno è intervenuto come si può ben vedere ogni giorno in città. Il centro storico è infatti pieno di capanelli di immigrati in ogni dove, tutti con il telefono, cuffie e l'allacciamento ad internet che sfruttano attraverso il si-fu gratuito nei luoghi strategici di Treviso. Ma chi paga loro le SIM? Chi controlla cosa fanno con questi smartphone? Alla fine è anche un problema di sicurezza, di norme antiterrorismo. Non è una questione di razzismo questa comunque. Detto questo, l'amministrazione dov'è? Perché immagino che queste persone siano lontane da casa e abbiamo bisogno di sfogare gli impulsi sessuali in qualche modo, ma non possiamo permettere che lo si faccia guardando un video in pubblico in biblioteca dove girano anche studenti minorenni".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento