menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rissa al "Bottegon", denunciati due trevigiani di 33 e 23 anni

Tensione all'1.30, nella notte tra giovedì e venerdì. I due giovani, ubriachi, hanno aggredito lanciando sedie e tavoli verso un gruppo che festeggiava il compleanno, tra cui una donna incinta

TREVISO Lesioni, danneggiamenti e ubriachezza molesta. Questi i reati di cui dovranno rispondere due trevigiani, J.G. di 23 anni e L.C. di 33 anni, protagonisti nella notte di giovedì, all'1.30, di una brutale aggressione nei confronti di un gruppetto di quattro persone, tra cui una donna incinta, che si trovava nel plateatico del "Bottegon" di piazzale Burchiellati. Ignote le motivazioni che ha portato allo scontro tra i due gruppi. I due giovani denunciati ed un terzo complice, giunti presso il locale (in procinto di chiudere) completamente ubriachi, hanno prima avuto un scontro verbale con il gruppetto che stava festeggiando un compleanno. Dalle parole il 23enne, il 33enne e il loro complice sono passati alle vie di fatto lanciando contro le persone sedute nel plateatico sedie e tavoli, salvo poi dileguarsi in auto. I gestori del "Bottegon" hanno immediatamente messo in salvo la ragazza in dolce attesa, facendola entrare nel locale con un altro giovane che era stato colpito alla testa, e lanciato l'allarme alle forze dell'odine e sul posto, nell'arco di pochi minuti, sono giunte pattuglie di polizia e carabinieri. Mentre gli agenti stavano raccogliendo la testimonianza delle vittime dell'agguato due dei tre protagonisti della rissa (entrambi ancora visibilmente alticci) hanno pensato bene di fare ritorno presso il locale, forse per finire di "regolare i conti": vedendo le forze dell'ordine hanno cercato di dileguarsi ma sono stati bloccati dopo 50 metri, identificati e quindi denunciati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Il peso cambia da un giorno all'altro, perchè?

Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento