rotate-mobile
Cronaca

Ca' della Robinia, chiusa l'inchiesta: nove indagati, c'è anche Remo Sernagiotto

Tre milioni di euro dalla Regione per una fattoria didattica di Nervesa, denaro investito poi in una birreria. L'europarlamentare è accusato di corruzzione

TREVISO Tre milioni di euro, finanziati dalla Regione, per una fattoria didattica dedicata a persone svantaggiate o disabili, investiti poi per la start up di una birreria. Nuovo importante capitolo nello scandalo di "Ca' della Robinia" di Nervesa, scoppiato due anni fa: si sono finalmente chiuse le indagini della Procura di Treviso su quella vicenda e in tutto sono nove le persone indagate, tra cui c'è l'europarlamentare montebellunese Remo Sernagiotto. I reati ipotizzati dal pubblico ministero Gabriella Cama sono, per tutti, truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche, bancarotta fraudolenta ed evasione fiscale. Sernagiotto e l'ex capo dei servizi sociali della Regione, Mario Modolo, sono entrambi indagati per corruzzione.

Ca' della Robinia fallì nel 2016 (la sua creazione risale al 2012) ma la Guardia di Finanza indagava sulla vicenda già dal 2015: a finire al centro dell'inchiesta la convenzione tra la società che gestiva questi spazi, la cooperativa di Bruna Milanese, e i servizi sociali della Regione per la creazione di una ippovia, un laboratorio per la produzione di formaggi e una struttura per persone svantaggiate nell'area dell'ex Discopalace. Secondo i magistrati la Milanese non aveva i requisiti per ottenere il finanziamento che è poi arrivato, grazie all'appoggio decisivo di Sernagiotto e Modolo. Il denaro è stato utilizzato per acquistare gli spazi del Discopalace dal proprietario, Giancarlo Baldissin, socio dell'europarlamentare in una società immobiliare chiamata "Airone blu" nelle cui casse lo stesso Baldissin verserà 63mila euro. Questa somma, secondo la Procura, sarebbe stata una ricompensa dell'ex titolare del discopalace all'europarlamentare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ca' della Robinia, chiusa l'inchiesta: nove indagati, c'è anche Remo Sernagiotto

TrevisoToday è in caricamento