Cade dalle scale spaventato dal cane, la famiglia fa causa al Comune

Luis Jefferson Gesualdo il  23 aprile del 2017 perse la vita cadendo dal secondo piano oltre il corrimano sei centimetri più basso di quanto prescritto dalla norma. L'Amministrazione chiamata in causa in quanto diede l'agibilità

Spaventato dal cane dei vicini muore cadL'abitazione dove ha perso la vita Luis Jefferson Gesualdo

«Tra i responsabili civili citeremo anche il Comune di Treviso, che diede l'agibilità al condominio». E' questa la novità che emerge nel caso di  Luis Jefferson Gesualdo, il 31enne che il  23 aprile del 2017 perse la vita cadendo dal secondo piano oltre il corrimano, spaventato da un cane che era uscito ringhiando e abbaiando da uno degli appartamenti. Archiviato il procedimento penale, che vedeva imputati  il 43enne Miguel Da Veiga  e la compagna 47enne Matilde Alibosky, ovvero i proprietari di Lupa, il pastore tedesco che spaventò Gesualdo facendolo precipitare dalla tromba delle scale, i famigliari del giovane di origine dominicana intendono far causa al condominio, alla società proprietaria dell'immobile e anche al Comune di Treviso, che nel 1988 effettuò i sopralluoghi e diede l'agibilità all'immobile. I parapetti infatti era di sei centimetri più bassi di quello che la norma prescriveva già allora.

«Come è stato possibile - spiega uno dei legali della famiglia, l'avvocato Ilaria Pempinella - che sia stata stato dato l'ok se sei parapetti non erano delle dimensioni richieste dalle legge? Il cane fu solo una concausa se il parapetto delle scale fosse stato dell'altezza giusta Luis non sarebbe morto. La perizia disposta in sede di processo penale dalle difesa e disposta dal gup è chiarissima: sei centimetri, ovvero quello che manca perché lo scorrimano fosse a norma, e il 31enne non sarebbe caduta di sotto. Il Comune deve giustificare quell'agibilità data in violazione di una  norma sulla sicurezza».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il giorno dell'incidente  Luis Jefferson Gesualdo, che qualche giorno aveva vissuta la nascita della sua prima figlia, stava rincasando con il cognato 20enne dopo essere uscito a comperare le sigarette quando, mentre saliva le scale della palazzina, il cane Lupa uscì dall'appartamento dei proprietari. La vista del cane lo impaurirono tanto che, convinto che il pastore tedesco stesse per scagliarsi addosso a lui, l'uomo indietreggiò tenendosi appoggiato al parapetto e volò di sotto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto frontale nella notte, muore allenatore del Ponzano amatori

  • Adriano Panatta sposa a 70 anni l'avvocato trevigiano Anna Bonamigo

  • Omicidio di Willy, l'autore del post razzista è uno studente trevigiano

  • Mister Italia 2020, un 27enne di Mogliano vince la fascia di Mister Fitness

  • Un caso di Covid-19 all'asilo, in quarantena tre classi e una maestra

  • Truccavano gli esami di guida, autoscuola trevigiana nella bufera

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento