rotate-mobile
Cronaca

Treviso calcio senza pace: rubato da un hacker l'account Facebook e l'e-mail

"Vogliamo sottolineare -comunica la società- che Nardin e la società non hanno mai scritto direttamente i nomi di Vissoli, Corvezzo e Masieri"

TREVISO Per il Treviso calcio e il suo presidente, Tiziano Nardin, non c'è pace. Dopo l'aggressione del numero uno della società biancoceleste, brutalmente aggredito domenica sera da un ancora ignoto malvivente, un presunto hacker, denuncia la società in un comunicato, è riuscito a carpire le password dell'account della pagina Facebook e della e-mail ufficiali della società. Con queste credenziali sarebbe stato alterato un comunicato ufficiale in cui venivano pesantemente attaccati Vissoli, Corvezzo e Masieri.

"Dopo l’aggressione subita da Nardin -si legge nel comunicato- il Calcio Treviso ha subito un furto dell’account. L’e-mail ufficiostampa.acdtreviso@gmail.com e la pagina facebook ACD Treviso hanno subito un furto della password, riuscendo a modificare una comunicazione fatta dalla società dopo l’aggressione subita da Nardin. Nel comunicato si sono aggiunti i nomi dei signori Vissoli, Corvezzo e Masieri di fatto alterando il significato e il senso del comunicato. Vogliamo sottolineare che Nardin e la società non hanno mai scritto direttamente i nomi di Vissoli, Corvezzo e Masieri non ritenendo Facebook e la stampa la sede opportuna per fare accuse. Chiediamo alla stampa di venire a conoscenza del fatto che Nardin e la società sono estranei alle accuse fatte da ignoti a Vissoli, Corvezzo e Masieri. Per quanto accaduto sporgeremo denuncia per il furto dell’account alla Polizia Postale".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Treviso calcio senza pace: rubato da un hacker l'account Facebook e l'e-mail

TrevisoToday è in caricamento