Meningite, trevigiano di 46 anni ricoverato in rianimazione

La meningite da pneumococco, a differenza di altri tipi di meningite, fortunatamente non dà origine a focolai epidemici. Per questo motivo non richiede nemmeno interventi di profilassi antibiotica sui familiari e i contatti stretti

La Direzione Sanitaria dell’Azienda Ulss 2 “Marca trevigiana” comunica che da questa mattina è ricoverato presso l’Ospedale Ca’ Foncello di Treviso un paziente 46enne che si è rivelato - in seguito agli esami di laboratorio - affetto da meningite da pneumococco. La moglie del paziente ha allertato il Suem stamane, dopo aver trovato il consorte in stato di incoscienza a letto. Ieri sera aveva accusato febbre, mal di testa e mal d’orecchi. Sospettando un’otite aveva assunto delle gocce contro il dolore e si era coricato.

Il 46enne è attualmente ricoverato, in gravi condizioni, in Rianimazione. Nel giro di qualche ora dal ricovero l’Unità Operativa di Microbiologia ha identificato il batterio causa delle meningite, si tratta di pneumococco. La meningite da pneumococco, a differenza di altri tipi di meningite, non dà origine a focolai epidemici. Per questo motivo non richiede nemmeno interventi di profilassi antibiotica sui familiari e i contatti stretti.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tumore incurabile, il sorriso di Giorgio De Longhi si è spento a 57 anni

  • Diabete e festività: come scegliere i cibi senza rinunce

  • Schianto contro un'auto mentre torna da lavoro, muore operaio 49enne

  • Picchia un bambino per rubargli la borsa della madre: panico fuori dall'asilo

  • Torna la neve a bassa quota: stato di attenzione nella Marca

  • Tumore incurabile, papà Fabio muore in pochi mesi a 51 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento