Sant'Angelo: dopo un mese dal crollo di calcinacci ancora transennato il cavalcavia

La segnalazione di alcuni lettori che vivono nel quartiere trevigiano: "Comune e Veneto Strade si rimbalzano la responsabilità e così nessuno fa nulla"

TREVISO Sono trascorsi 25 giorni dalla serata del 2 luglio quando, dal cavalcavia tra strada di Sant'Angelo e la tangenziale di Treviso precipitarono dei calcinacci. Dopo un sopralluogo da parte di polizia locale e Veneto Strade, venne transennato il percorso pedonale sottostante il cavalcavia e il vicino parcheggio. Non la circolazione delle auto che restò, come pure oggi, regolare. Nessuno insomma ha fatto nulla. A segnalare questo immobilismo sono stati alcuni lettori residenti nel quartiere. "Comune e Veneto Strade si rimbalzano la responsabilità e così nessuno fa nulla": ci scrive un cittadino che riferisce di aver già chiesto lumi sia a Ca' Sugana che alla società.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia al ritorno dalla discoteca, Alberto Antonello positivo alla cannabis

  • Donna viene investita da un'auto e muore: è caccia al pirata della strada

  • Troppo grande la sofferenza per la malattia: ex assessore comunale si toglie la vita

  • Travolto dal suo furgone mentre lo sta caricando, muore ambulante

  • Scopre di avere un tumore, maestra d'asilo muore 5 giorni dopo

  • Si era dato fuoco di fronte al "Per Bacco", muore dopo cinque giorni di agonia

Torna su
TrevisoToday è in caricamento