Banda di ladri assalta "Coin", interviene la polizia: un arresto e tre denunce

Lunedì mattina ad alta tensione all'interno del negozio di Corso del Popolo, a Treviso. I giovani, tutti di origine cilena, hanno aggredito il personale e semidistrutto la porta scorrevole all'ingresso

L'intervento delle volanti della polizia da Coin

E' di un arresto e di tre denunciati il bilancio di un vero e proprio assalto tentato lunedì mattina da una banda di ladri all'interno del negozio Coin di Corso del Popolo, nel centro storico di Treviso. A sventare il raid di un gruppetto di quattro giovani malviventi è stato il rapido intervento degli agenti delle volanti della polizia. L'allarme alla centrale operativa del 113 è arrivato poco dopo le 10.

Giunti rapidamente sul posto, i poliziotti sono stati informati che un gruppo di quattro giovani aveva messo a segno all’interno del negozio una serie di furti a partire dalle 9.30 e che, nell’ultimo, avevano aggredito il personale del negozio, danneggiando anche la porta scorrevole d’ingresso. Infatti, intorno alle 9.30, erano entrati due ragazzi che, dopo essersi divisi all’interno del negozio, si aggiravano con fare sospetto nel reparto profumeria e, poco dopo, sono venivano notati mentre prendevano alcuni profumi di marca e, superando i dispositivi antitaccheggio, riuscivano a darsi alla fuga. Pochi istanti dopo, mentre gli addetti visionavano l’impianto di videosorveglianza, altri due giovani, appartenenti alla stessa banda, sono entrati nel negozio e, aggirandosi con le stesse modalità dei primi due, sono riusciti ad impossessarsi di altri due profumi. Tuttavia, scoperti, hanno provato a scappare divincolandosi e lanciandosi verso l’uscita travolgendo la porta scorrevole d’ingresso e danneggiandola irreparabilmente.

Uno dei due ragazzi, a causa dell’impatto perdeva l’equilibrio e cadeva a terra; a quel punto, due addette riuscivano a raggiungerlo per tentare di trattenerlo in vista dell’imminente arrivo delle Volanti, ma il ragazzo, con spintoni e calci, riusciva a divincolarsi ed a scappare. Gli operatori delle Volanti, arrivati pochi secondi dopo, hanno visionato le telecamere e hanno riconosciuto i soggetti (noti per aver commesso diversi taccheggi in passato nei negozi del centro) e si son messi alla ricerca dei quattro giovani, rintracciandoli subito dopo presso il piazzale della stazione delle corriere. Sottoposti ad un controllo di polizia, ad alcuni di loro son stati rinvenuti i profumi rubati del valore di oltre 500 euro complessivi, oltre ad alcune dosi di marijuana ed a coltelli e forbici normalmente utilizzati per danneggiare i dispositivi antitaccheggio.

Il ragazzo che nascondeva nello zainetto i profumi rubati, D.F.M., 24enne italiano di origine cilena, è stato arrestato per furto aggravato e per il reato di porto di armi od oggetti atti ad offendere. Il suo complice nel primo furto, L.M., italiano 26enne con numerosi precedenti, è stato denunciato per il concorso nel reato di furto aggravato. Un terzo soggetto, autore della rapina, R.P., italiano 20enne di origine cilena, a cui è stato anche rinvenuto un ulteriore profumo sottratto in precedenza, è stato denunciato per i reati di rapina impropria, ricettazione e porto di armi od oggetti atti ad offendere. Il quarto ragazzo, complice nella rapina, D.F.J., italiano 27enne di origine cilena, è stato denunciato per il reato di rapina impropria, detenzione di sostanze stupefacenti e per l’inottemperanza all’obbligo di divieto di ritorno nel comune di Treviso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Sernagiotto ricoverato al Ca' Foncello: «Condizioni disperate»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Capienza ridotta in negozi e centri commerciali»

  • Guida Michelin 2021: i ristoranti stellati nel trevigiano

  • Covid, nuova ordinanza di Zaia: «Riapriamo i negozi di medie e grandi dimensioni al sabato»

  • Una settimana di agonia dopo il malore, morto Remo Sernagiotto

  • A Monastier il primo punto tamponi privato: «Accesso senza prenotazione»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento