rotate-mobile
Martedì, 28 Maggio 2024
Cronaca

Treviso sceglie la vita e aderisce alla rete delle città contro la pena di morte

Il capoluogo della Marca rafforza la sua posizione di condanna nei confronti delle nazioni che ancora oggi sostengono la pena di morte entrando a far parte di una rete internazionale

TREVISO Accogliendo la richiesta della Comunità di Sant’Egidio promotrice dell’iniziativa “Cities for Life/Cities against the death penalty”, la città di Treviso, convinta che ogni comunità cittadina possa aderire quale soggetto capace di partecipare all’accrescimento del rispetto della vita e della dignità dell’uomo in ogni parte del mondo e che la accomuna alla volontà di partecipare alla definitiva scomparsa della pena capitale nei paesi dove ancora vige, è pertanto entrata a far parte della rete delle città che sono contro la pena di morte.

La città s’impegna a fare di questa adesione motivo di accresciuta responsabilità operando in tutti gli ambiti di propria competenza perché siano assicurati spazi di adeguata informazione e sensibilizzazione sulle motivazione del rifiuto di tale pratica e sul progresso della campagna abolizionista nel mondo. “La rinuncia alla pena di morte è un passaggio rilevante nella direzione di una nuova coscienza a livello mondiale, per questa ragione è nata la “Giornata Internazionale Città per la vita – Città contro la pena di morte” e molte sono le città del mondo che oggi aderiscono a questa iniziativa partecipandovi con iniziative ed eventi che hanno come obiettivo la sensibilizzazione dei cittadini, in modo da evidenziare che l’abolizione della pena di morte e la rinuncia a qualunque forma di violenza sia una nota identificativa della città aderente. Ricordiamo che la nostra città sostiene tale iniziativa già dal 2013”, dichiara l’assessore Liana Manfio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Treviso sceglie la vita e aderisce alla rete delle città contro la pena di morte

TrevisoToday è in caricamento