Anziana chiede aiuto per il marito malato, carabinieri intervengono in suo aiuto

I militari del nucleo radiomobile, coordinati dal comandante Andrea Caminiti, hanno raccolto la richiesta di una cittadina del centro storico di Treviso: non riusciva ad alzare il congiunto, costretto a letto, per farlo mangiare

Una pattuglia dei carabinieri di Treviso

Sono giornate difficili per tutti i cittadini trevigiani, ancor di più per gli anziani che hanno bisogno di assistenza. A sopperire a queste difficoltà ci sono fortunatamente anche le forze dell'ordine. Nella giornata di mercoledì, poco dopo le 13, i carabinieri del nucleo radiomobile di Treviso, coordinati dal comandante Andrea Caminiti, sono stati fermati mentre pattugliavano il centro storico da una anziana donna che doveva far mangiare il marito affetto da grave malattia. La donna non riusciva, non avendo la forza necessaria, a farlo alzare dal letto. I due militari si sono subito prodigati per prestare soccorso all'anziana e dopo essere saliti nell'abitazione, l'hanno aiutata, soffermandosi ancora per qualche minuto per far compagnia a lei e al marito.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Il Veneto è di nuovo una regione a rischio elevato»

  • Zaia getta acqua sul focolaio: «Contagi non ripresi. Ordinanza non sarà più restrittiva»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Doppio tampone per i lavoratori che tornano in Veneto»

  • Ecco negozi trevigiani che effettuano la consegna della spesa a domicilio

  • Positivo al virus in piscina: tutti negativi i tamponi fatti dall'Ulss 2

  • Sbaglia il tuffo da un pontile di Jesolo: grave un 19enne, rischia la paralisi

Torna su
TrevisoToday è in caricamento