Covid-19, record di contagi nella Marca: 670 in un giorno

I positivi in provincia di Treviso sono attualmente 5.841, con 13 ricoverati in terapia intensiva (10 al Ca' Foncello) e tre nuove vittime. Screening al dipartimento di prevenzione della Madonnina: tutti negativi i 170 operatori

Una postazione per i tamponi drive-in

Dopo gli oltre 600 contagi di giovedì, viene ritoccato verso l'alto il record in questa seconda ondata di Covid-19: oggi, venerdì 30 ottobre, sono stati ben 670 i positivi al tampone, in base a quanto registrato dal bollettino di Azienda Zero. Complessivamente sono 5.841 i positivi al Coronavirus, la stragrande maggioranza dei quali asintomatici. Ciò nonostante gli ospedali, e questo è l'aspetto senza dubbio più inquietante, continuano a riempirsi: 13 le persone ricoverate in terapia intensiva nella Marca, tra cui 10 al Ca' Foncello e 3 a Conegliano. In area non critica i numeri iniziano ad essere quelli della prima ondata: 65 a Vittorio Veneto, 44 a Treviso, 11 a Montebelluna, 9 al San Camillo di Treviso. Tre le vittime registrate dal bollettino di Azienda Zero (374 dall'inizio dell'emergenza): si tratta di un 97enne con pluripatologie, ricoverato in ospedale a Conegliano e due ultraottantenni mancati in casa di riposo e a domicilio.

Nel corso della giornata di oggi, 30 ottobre, è stato effettuato anche lo screening sui 170 operatori del dipartimento di prevenzione della "Madonnina" di Treviso: questo cluster si è completamente negativizzato anche dopo questo secondo giro di tamponi (il primo risale allo scorso 26 ottobre).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Sernagiotto ricoverato al Ca' Foncello: «Condizioni disperate»

  • Malore improvviso al rifugio: 62enne muore tra le braccia della compagna

  • Zaia, nuova ordinanza: «Capienza ridotta in negozi e centri commerciali»

  • Pooh, nuovo disco dopo la morte di D'Orazio: «Le canzoni della nostra storia»

  • Se n'é andata Paola Maiorana, voce storica delle radio private trevigiane

  • Covid, Zaia: «Treviso è in area critica per i ricoveri ospedalieri»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento