menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un controllo da parte della polizia stradale

Un controllo da parte della polizia stradale

Polstrada: calano gli incidenti mortali (-50%) ma è boom di multe

I dati dei controlli svolti nel secondo semestre 2020 rispetto allo stesso periodo del 2019: da giugno sono state oltre 12mila le infrazioni verbalizzate. Latitante romeno di 39 anni arrestato a Roncade: a suo carico due ordini di carcerazione

L'effetto del Covid-19 nel secondo semestre del 2020 ha inciso e non poco sulla viabilità e sul numero di sanzioni e incidenti mortali rilevati dalla polizia stradale. Le infrazioni accertate nello stesso periodo del 2019 erano state 7.450 e hanno avuto in questi mesi un vero e proprio boom, salendo a quota 12.230, da giugno a oggi. Gli incidenti mortali, rilevati dalla polstrada, risultano invece essere diminuiti del 50% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno: effetto certamente delle limitazioni del coprifuoco ma anche dell'aumento della presenza delle forze dell'ordine sulle strade della Marca.

Nel corso dell'ultimo week end la polstrada ha monitorato il traffico veicola sia lungo le arterie stradali che lungo le autostrade A4 e A27. Nel corso di un controllo di un automobilista in autostrada, nel territorio comunale di Roncade, gli agenti hanno arrestato L.F. romeno di anni 39, destinatario di due ordini di carcerazione per esecuzione pena (per  3 anni e di 3 mesi di reclusione) emessi dall’Autorità Giudiziaria di Firenze. Lo straniero si era reso responsabile dei reati di ricettazione continuata, furto aggravato in concorso e inottemperanza alle normative sul soggiorno nel territorio nazionale. Il 39enne, dopo gli accertamenti del caso sulla sua identità, è stato accompagnato presso la casa Circondariale di Santa Bona a Treviso.

Un autotrasportatore romeno di 36 anni, è stato invece sanzionato con vari verbali per un totale di circa 7.500 euro per violazioni alla norma che regola tempi di guida e riposo dei mezzi pesanti. Lo straniero, fermato mentre circolava con il suo camion sulla viabilità ordinaria, ha esibito della documentazione abilmente contraffatta. Accompagnato per le verifiche del caso presso gliUffici della Sezione Polizia Stradale di Treviso veniva accertata, anche grazie ai tempestivi scambi informativi con il collaterale organo di polizia rumeno, la falsità dei documenti esibiti. L’autista è stato denunciato per il reato di falsità materiale commessa dal privato e i relativi “documenti” autorizzativi alla guida, quali patente di guida e carta di qualificazione sono stati posti sotto sequestro penale.

Sempre lungo la viabilità ordinaria gli agenti hanno fermato e denunciato un 23enne per porto di oggetti atti ad offendere: all’interno dell’abitacolo del suo mezzo è stata ritrovata una mazza da baseball nell’immediata disponibilità del conducente senza giustificato o valido motivo. La mazza è stata posta sotto sequestro penale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Tre pasticcerie trevigiane in sfida a Cake Star

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento