menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un 61enne ha riempito di feci l'esterno di un bar a Treviso

Un 61enne ha riempito di feci l'esterno di un bar a Treviso

Gli rifiutano un bicchiere d'acqua, lui imbratta con le feci il bar

Un 61enne di Treviso, ha defecato sul porticato antistante un locale pubblico in via Ronchese, poi avrebbe preso un catena e colpito uno dei titolari

Deve aver avuto proprio una sete dannata A.M., 61enne di Treviso, se per un bicchiere d'acqua chiesto e negato ha fatto l'iradiddio. L'uomo, senza fissa dimora, ha infatti prima espletato, per così dire, i propri bisogni corporali di fronte al bar che gli aveva negato di che dissetarsi poi, due giorni dopo, si è ripresentato, ha rubato un cartone di vino e presa una catena si è "sfogato" su uno dei due titolari, colpendolo con veemenza al braccio sinistro, al fianco destro, alla schiena e alla guancia destra.

Imbrattamento, furto e lesioni aggravate sono i capi d'imputazione da cui deve difendersi l'uomo, che ha alle spalle un passato burrascoso:  è stato infatti condannato a quattro anni e due mesi per una serie di truffe online e ha all'attivo anche un processo per aver perso la staffe durante la visita medica per la patente e uno per il danneggiamento di oltre 40 auto di macchine tra via Cadorna e via Tezzone.

Proprio una settimana dopo gli atti vandalici, nel novembre del 2015,  l'uomo si è presentato al bar "B&B" di via Ronchese a Treviso. A.M. era evidentemente "su di giri" perché alla sua richiesta di poter avere un bicchiere d'acqua si è sentito opporre uno sprezzante diniego. Con qualche bicchiere di troppo in corpo il 61enne non ha battuto ciglio: si è allontanato ma una volta arrivato in prossimità del porticato antistante il locale pubblico si è calato i pantaloni e si è lasciato andare al "libero sfogo" degli intestini, defecando ovunque. Poi se n'è andato.

Due giorni dopo però si è ripresentato allo stesso bar, questa volta con intenzioni più bellicose: dopo aver rubato un cartone di vino ha preso una catena da bicicletta e si è accanito su uno dei due titolari del bar, procurandogli contusioni multiple giudicate guaribili in 10 giorni. Il processo a carico di A.M. è stato aggiornato al 12 gennaio del 2022.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Malore dopo la vaccinazione, 57enne ricoverato in ospedale

Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Con un cinque al Superenalotto vince 17mila euro

  • Cronaca

    Ruba un aspirapolvere, 43enne arrestata dai carabinieri

  • Meteo

    Veneto, tornano piogge e temporali: «Rischio nubifragi a metà settimana»

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento