Cronaca

Pensione d'invalidità per i preti, finti funzionari Inps tentano truffa a due istituti ecclesiastici

Fermati e denunciati dai carabinieri di Treviso due uomini di 37 e 45 anni. Hanno contattato al telefono i direttori delle strutture, chiedendo il versamento di 2.500 euro come rimborso per le spese legali

TREVISO Un 37enne, C.A., e un 45enne, G.S., entrambi di origini siciliane, sono stati denunciati dai carabinieri di Treviso, al termine di una lunga indagine, per tentata truffa ai danni di alcuni istituti religiosi del capoluogo. Il fatto è accaduto in due distinte occasioni, il 26 e 27 aprile, durante le quali i due, fingendosi incaricati dell’INPS, hanno contattato al telefono i direttori di due istituti ecclesiastici di Treviso, chiedendo loro il versamento di 2.500 euro ciascuno come rimborso di spese legali per ottenere il riconoscimento della pensione d’invalidità di due religiosi che ne avevano fatto istanza.

L'intervento dei carabinieri, subito attivati dagli interessati, hanno evitato la consegna del denaro, identificando i due responsabili della frode. La positiva conclusione della vicenda dimostra che è sempre più importante segnalare, alle forze dell’ordine, ogni operazione sospetta, per consentire un rapido intervento nei confronti di coloro che, approfittando di una minore capacità di difesa delle vittime, tentano di depredarle dei loro averi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pensione d'invalidità per i preti, finti funzionari Inps tentano truffa a due istituti ecclesiastici

TrevisoToday è in caricamento