menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il dirigente delle volanti, Massimo Olivotto, e il capo di gabinetto Immacolata Benvenuto

Il dirigente delle volanti, Massimo Olivotto, e il capo di gabinetto Immacolata Benvenuto

In auto un carico di allucinogeni, nei guai due ragazzi di 20 anni

Sono stati fermati giovedì dalla polizia per un controllo in via Pindemonte, nel quartiere di San Lazzaro. La sostanza è il "dmt". In casa di uno dei giovani l'occorrente per raffinarla

TREVISO In auto stavano trasportando tre piccole vaschette di plastica in cui era contenuta, allo stato liquido, una potente droga allucinogena, il DMT (la dimetiltriptammina): mezzo litro in tutto di sostanza, pronta per essere raffinata e messa sul mercato in cristalli da fumare o inalare. Importante sequestro della squadra volanti della Questura di Treviso nel pomeriggio di mercoledì. A finire nei guai due insospettabili ragazzi di Montebelluna, entrambi 20enni che sono stati denunciati per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

I giovani erano stati fermati per un normale controllo in via Pindemonte, nel quartiere di San Lazzaro a Treviso: stavano camminando con fare sospetto nella zona. I 20enni, molto nervosi, hanno mostrato agli agenti quanto avevano nella loro auto, una Dacia Sandero, ovvero i tre contenitori che contenevano un liquido sospetto. I ragazzi hanno prima raccontato che si trattava di olio esausto, poi ammoniaca e quindi, messi alle strette, sono stati costretti ad ammettere la verità circa la sostanza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

All'interno dell'abitazione di uno dei ragazzi è stato scoperto, nel corso di una perquisizione, tutto l'occorrente per raffinare la droga e renderla solida e pronta all'uso: acido muriatico, soda caustica, mascherine e guanti, materiale nascosto in un garage. I giovanissi hanno inoltre riferito di aver utilizzato il web, e in particolare alcuni siti specializzati, per avere le istruzioni sulle modalità con cui creare la sostanza. Secondo gli investigatori i due 20enni stavano portando la droga ancora grezza in un nascondiglio che per ora è ancora segreto. Accertamenti sono in corso per verificare quali fossero i destinatari del DMT (il più potente allucinogeno attualmente sul mercato delle droghe) e quale fosse l'eventuale giro di spaccio dei due 20enni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Attualità

«Perchè non è stata vaccinata anche mia moglie?»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento