Cronaca

Furti in abitazione, ladro seriale espulso dall'Italia: in caso di rientro scatterà l'arresto

Da clandestino aveva razziato numerose case nelle province di Vicenza, Treviso e Padova

Una volante della polizia

Trentasettenne albanese, viola ripetutamente i respingimenti alla frontiera e da irregolare in Italia compie una serie di reati contro il patrimonio e furti in abitazione nelle province di Vicenza, Treviso e Padova. Kabili Sadik è una vecchia conoscenza delle forze dell'ordine, a luglio e dicembre del 2012 era stato raggiunto da due provvedimenti di respingimento alla frontiera aerea di Venezia, che non aveva rispettato, riuscendo ad entrare clandestinamente in Italia. Da qui l'inizio della sua "carriera" di ladro che l'aveva portato a collezionare oltre una dozzina di denunce tra le quali l'accusa di possesso ingiustificato di chiavi alterate o di grimaldelli, verosimilmente utilizzati per compiere furti vari. Il 28 agosto del 2019 la Procura della Repubblica di Treviso aveva emesso un ordine di arresto per espiazione della pena di anni 3 e mesi 2 di reclusione e 2100 euro di multa, in quanto riconosciuto colpevole di numerosissimi furti. 

Provvedimento al quale ha fatto seguito l'epulsione e conseguente rimpatrio avvenuto nella giornata di mercoledì 15 luglio. Il personale dell’Ufficio Immigrazione della Questura di Vicenza ha infatti accompagnato in Albania il 37enne, attraverso la frontiera aerea dell’aeroporto di Venezia. Qualora rientrasse in Itala rischierebbe l’arresto immediato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furti in abitazione, ladro seriale espulso dall'Italia: in caso di rientro scatterà l'arresto

TrevisoToday è in caricamento