menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Ministro Galletti alla Fiera4passi per il convegno “Stiamo facendo un buon lavoro”

Presentazione report annuale sul Commercio Equo e Solidale. L’Italia importa 13 milioni di euro di prodotti da 206 Paesi del mondo

SPRESIANO Al via il secondo week-end di Fiera4passi con un importante appuntamento per fare il punto sullo scenario internazionale e italiano di un movimento che, da più di 20 anni, si propone di cambiare le regole “del gioco” del mercato globale. Si lavora per raggiungere gli obiettivi dell’agenda 2030 delle Nazioni Unite, con un milione di lavoratori del Commercio Equo e Solidale nel mondo, 2mila realtà produttive di agricoltura e artigianato, 50 Paesi coinvolti in Africa, Asia, Medio Oriente, America Latina ma anche Europa, 8 miliardi di euro di fatturato nel mondo.

Questi saranno i temi del convegno “Stiamo facendo un buon lavoro” in Fiera4Passi Sabato 6 Maggio con inizio alle ore 15.00, che sarà aperto dal Ministro per l’Ambiente Gian Luca Galletti, dove sarà presentato anche il Rapporto Annuale di Equo Garantito 2017, che da sempre attua un monitoraggio dell’andamento economico di gran parte delle organizzazioni del commercio equo e solidale in Italia. Protagonisti del convegno saranno i rappresentanti delle principali realtà del Commercio Equo e Solidale  Equo Garantito, Altromercato, Fairtrade Italia e AltraQualità, che si confronteranno su quattro chiavi di lettura, un Prodotto, una Filiera, un Paese e una Garanzia.

Tre le testimonianze e le esperienze provenienti dalla rete di produttori di Altromercato proposte, “Tomato Revolution”,  il nuovo progetto del Solidale Italiano Altromercato per una filiera del pomodoro libera dalle mafie e dal caporalato, con la cooperativa pugliese “Pietra di Scarto”, le piantagioni di banane in Guatemala, il “lavoro per resistere” con il progetto PARC e il couscous prodotto dalle donne palestinesi. I numeri del rapporto 2017 sul Commercio Equo e Solidale italiano rappresentato da Equo Garantito – 82 soci tra importatori e botteghe -  parlano di un fatturato annuo che supera i 74 milioni euro nel 2015,  di 13 milioni di euro di importazioni dirette da 206 produttori da tutto il mondo (nel 2013 erano 12 milioni di euro) e, dato molto interessante, nel 2015 sono stati inseriti ben 24 nuovi produttori  che non avevano contatti pregressi con importatori italiani. “Questa positiva tendenza significa una continua apertura e ampliamento delle relazioni e innovazioni dei prodotti per le nostre attività” dichiara Giovanni Paganuzzi presidente di Equo Garantito e moderatore del convegno.

“Da sempre Fiera4passi lavora per proporre momenti di forte valenza sociale e culturale, per costruire insieme nuovi modelli di economia basati sul rispetto dei diritti umani e dei lavoratori, sulla responsabilità sociale e ambientale. Per la prima volta dibatteranno insieme tutti i principali attori nazionali del commercio equo e solidale, e di questo siamo molto orgogliosi” afferma Alessandro Franceschini, vicepresidente di Altromercato e coordinatore di Fiera4passi. In Italia si attende ancora l’approvazione definitiva della Legge sul Commercio Equo e  Solidale, licenziata nel marzo 2016 dalla Camera dei Deputati e, dopo un anno, ancora in attesa del passaggio al Senato.  Il convegno si inserisce tra le iniziative sostenute dalla Regione Veneto nell’ambito della legge regionale per gli “Interventi per il sostegno alle organizzazioni del commercio equo e solidale”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Il peso cambia da un giorno all'altro, perchè?

Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento