rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca

Treviso invasa per i Prodigy: alcool a fiumi, rifiuti, vomito, escrementi e preservativi a terra

"Profanata" anche la Madonnina del Capitello di San Giuseppe. Ragazza si stende a terra e blocca il traffico di via dell'aeroporto. Interviene la polizia locale di Treviso

TREVISO Un successo di pubblico da record per la seconda giornata dell'Home Festival con una folla oceanica ad assistere allo show dei Prodigy. Non sono mancati i disagi alla viabilità con la Noalese che già dalle prime ore di venerdì sera è andata completamente in tilt. Il parcheggio selvaggio di via dell'Aeroporto ha portato alla chiusura al traffico della stessa per consentire il passaggio dei bus navetta, mai così ampiamente utilizzati dagli spettatori del Festival. Non sono mancati gli interventi delle forze dell'ordine e degli infermieri del Suem. Il più singolare è stato senza dubbio per una ragazza che in preda ai fumi dell'alcool (e forse di qualche altro tipo di sostanza) si è distesa in mezzo a via dell'Aeroporto e non intendeva spostarsi.

post Prodigy

In mattinata gli effetti del concerto hanno fatto trasalire alcuni residenti: immondizie e deiezioni di vario tipo un pò ovunque, preservativi a terra e alcuni giovani che si sono fermati a dormire un pò dove capitava (come documentato da alcune foto). A farne le spese anche la Madonnina del capitello, a due passi dall'ingresso della Treviso-Ostiglia: qualcuno ha pensato bene di appoggiarci un pò di birre vuote, imbrattarlo con alcuni simboli tra cui delle croci rovesciate e lordarlo con delle fette di anguria. Molti dei residenti della zona si sono inoltre lamentati per il volume della musica, molto alta anche a notte inoltrata: il sound dell'Home era ben udibile anche dai quartieri di Monigo, San Paolo e Santa Bona. Per non parlare di San Giuseppe.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Treviso invasa per i Prodigy: alcool a fiumi, rifiuti, vomito, escrementi e preservativi a terra

TrevisoToday è in caricamento