Alloggia in albergo a Treviso, arrestata per furto da Coin

L'episodio è avvenuto mercoledì pomeriggio. A finire nei guai una 20enne moldava residente nel veneziano: aveva trafugato profumi e occhiali da sole di valore

L'intervento delle volanti

Alloggiava in un albergo della città, come una normalissima turista ma il suo soggiorno nella Marca aveva evidentemente un solo scopo: quello di mettere a segno furti nei negozi del centro storico di Treviso. La "vacanza", per dirla con un eufemismo, di una ragazza moldava di 20 anni, residente nel veneziano, è finita però nel peggiore dei modi, ovvero con l'arresto. La giovane è stata fermata mercoledì pomeriggio, poco dopo le 16.30, all'interno del negozio "Coin" di corso del Popolo. A bloccarla sono stati gli agenti delle volanti della Questura di Treviso, coordinati dal dirigente Marco Masia. Quando gli agenti sono intervenuti, la straniera, vistosi scoperta mentre cercava di rubare alcuni profumi di marca, si stava allontanando dal negozio, cercando di far perdere le proprie tracce. I poliziotti hanno immediatamente iniziato la ricerca della ladruncola, anche visionando le telecamere di videosorveglianza tramite la sala operativa della Questura, rintracciandola poco dopo, all’intersezione con via Fiumicelli.

La donna, dopo un primo tentativo di sottrarsi al controllo, ha seguito gli agenti in Questura, dove è stata identificata e si è scoperto la sua identità: si tratta di una giovane ma già nota alle forze dell'ordine, con alcuni precedenti giudiziari e di polizia per reati contro il patrimonio. All’interno della propria borsa, opportunatamente schermata per evitare che i dispositivi antitaccheggio entrassero in funzione, sono stati ritrovati ben otto profumi confezionati, appena sottratti, per un valore di oltre 1000 euro. I poliziotti, inoltre, data la sua residenza nel veneziano, hanno accertato che la donna stesse alloggiando da qualche giorno a Treviso presso un albergo del centro cittadino. Nella sua camera d'hotel, sono stati rinvenuti due occhiali da sole di note griffe della moda e numerosi altri articoli di profumeria, per un valore complessivo di circa 700 euro. I.M. è stata quindi arrestata per il reato di furto aggravato e denunciata all’autorità giudiziaria per il reato di ricettazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto frontale nella notte, muore allenatore del Ponzano amatori

  • Mister Italia 2020, un 27enne di Mogliano vince la fascia di Mister Fitness

  • Rimorchio si rovescia in strada, persi quasi 40 quintali di uva

  • Oliviero Toscani: «Chi vota Zaia forse è ubriaco, anche i veneti diventeranno civili»

  • Tragedia di Merlengo, il 26enne aveva bevuto: indagato per omicidio stradale

  • Distributore di bevande trovato morto nel suo camion

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento