menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Maltempo, ancora stato di attenzione fino a martedì

Viste le abbondanti precipitazioni del fine settimana, la protezione civile ha dichiarato lo stato di attenzione fino alle 14 del 21 gennaio

Le piogge sono cessate ma resta la preoccupazione per i fiumi. A fronte della abbondanti precipitazioni dei giorni scorsi in Veneto, il Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile regionale ha dichiarato, dalle 16 di lunedì alle 14 di martedì, lo stato di attenzione per rischio idrogeologico nelle aree dell'Alto Piave, Alto Brenta e Bacchiglione, Adige, Garda e Monti Lessini e lo stato di attenzione per rischio idraulico sul asso Brenta - Bacchiglione, Po, Fissero, Tartaro, Canalbianco e Basso Adige.

Dal punto di vista meteorologico sono previste ancora precipitazioni residue, specie sulle zone pedemontane del settore orientale, ma comunque in esaurimento.

Secondo quanto riferito dalla protezione civile, i livelli idrometrici nei tratti di monte dei corsi d’acqua principali mostrano un graduale abbassamento, i colmi di piena hanno raggiunto i tratti di pianura con livelli che permarranno sostenuti in particolare nella zona Vene-E.

I livelli idrometrici del fiume Po, invece, sono in aumento e si prevede il superamento della soglia di criticità ordinaria. Viste le precipitazioni cadute sulla fascia pedemontana e prealpina, in zona sono possibili riattivazioni di fenomeni di versante (frane), specie sui terreni di natura coesiva.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Aeroporto Canova, Ryanair annuncia la programmazione estiva

Attualità

Decreto riaperture, la bozza: «Il coprifuoco resta alle 22»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento