menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un uomo di 31 anni è stato condannato per maltrattamenti alla convivente

Un uomo di 31 anni è stato condannato per maltrattamenti alla convivente

Maltratta la moglie davanti ai figli minori: condannato a 2 anni e 3 mesi

L'uomo aveva anche minacciato i carabinieri che lo hanno arrestato, dicendo: «Voi siete di Treviso e io pure, state pur certi che vi vengo a cercare e vi ammazzo tutti e due»

"Sei una madre di m..., io ti ammazzo, ti stacco la testa dal resto del corpo". Finito in manette il 23 marzo dell'anno scorso, misura cautelare poi modificata un paio di giorni dopo negli arresti domiciliari con l'applicazione del braccialetto elettronico, un uomo italiano di 31 anni è comparso ieri, mercoledì 3 marzo, davanti al gip di Treviso, difeso dall'avvocato Ilaria Pempinella, che gli ha inflitto una pena, in abbreviato, pari a 2 anni e 3 mesi di reclusione per maltrattamenti e resistenza a pubblico ufficiale. La pubblica accusa  aveva chiesto per lui una condanna a 4 anni 6 mesi.

La vicenda  si è svolta a Treviso tra il mese di febbraio e quello di marzo dell'anno scorso. Secondo le indagini svolte dalla Procura l'uomo avrebbe sottoposto a lungo la compagna a violenze di ogni genere, dalle umiliazioni verbali a quelle fisiche: calci e pugni, cadute rovinose a terra, colpi ai fianchi. Avrebbe anche usato una katana ornamentale (la tradizionale spada giapponese) per infierire sulla testa della donna. «Vedi di non farmi scherzi sennò le prendi» le avrebbe detto il 19 febbraio, trascinandola in camera da letto. Quando il 23 marzo sono intervenuti i carabinieri del Nor di Treviso, il 31enne non avrebbe esitato a prendersela con i militari. «Se io non rivedo i miei figli oggi - avrebbe urlato in direzione dei rappresentati delle forze dell'ordine - prendo una pistola e vi sparo in mezzo agli occhi». E divincolandosi nel tentativo vano di non farsi ammanettare, avrebbe aggiunto: «Vi sperono con la macchina mentre siete in giro con le vostre famiglie. Voi siete di Treviso e io pure, state pur certi che vi vengo a cercare e poi quando vi ho trovato vi ammazzo tutti e due».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Amazon, due nuovi depositi di smistamento nella Marca

Auto e moto

Cambio gomme invernali: scatta l'obbligo di montare le estive

social

Domenica 11 aprile: accadde oggi, santo del giorno, oroscopo

Salute

A Monastier il nuovo hub vaccinale anti-Covid per le aziende venete

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento