rotate-mobile
Cronaca

Maltratta e sequestra la ex compagna, 40enne finisce davanti ai giudici

Contro l'uomo, residente nel'hinterland del capoluogo, punta il dito la vittima che ha presentato denuncia nel'agosto passato. L'imputato è sottoposto alla misura cautelare del divieto di avvicinamento

Maltrattamenti e, soprattutto, sequestro di persona. Sono queste le accuse mosse contro un 40enne, residente nell'hinterland di Treviso. A puntare il dito contro di lui la vittima, che è la ex compagna. Una denuncia che è valsa all'uomo, che era stato già sposato, un provvedimento di misura cautelare, il divieto di avvicinamento alla vittima, e un processo con il rito immediato che è iniziato oggi, giovedì 27 gennaio, a Treviso.

Il 40enne (difeso dagli avvocati Monica Cornaviera del Foro di Padova e Rino Feltrin di Treviso) si sarebbe lasciato andare ai maltrattamenti nel periodo compreso tra il 2020 e il 2021. Sono cinque le contestazioni presenti nel capo di imputazione, parole grosse volate le frequenti discussioni che i due, che non erano conviventi, avrebbero avuto nel corso del loro rapporto e dovute alla gelosia e al mondo di gestire le due figlie della donna.

«Sei sporca - le avrebbe detto lui - e sono sporche le tue figlie». Secondo le accuse il 40enne, preso dall'ira, le avrebbe anche tirato addosso degli oggetti di casa, tra cui pacchi di pasta. Si tratta di "dissapori" che i due protagonisti hanno portato avanti anche quando la signora è rimasta incinta, partorendo due gemelli che ora l'uomo vede in situazione protetta grazie ai suoceri.

Il sequestro di persona, secondo l'imputazione fatta dal pubblico ministero Francesco Torri, è relativo all'ultimo episodio, quello che ha portato alla denuncia. Nell'agosto del 2021 la donna, attesa al di fuori dell'abitazione da un'amica, sarebbe stata costretta all'interno della casa da lui, che voleva portare a termine una discussione.

La parte offesa oggi non si è costituita come parte civile. I legali dell'uomo e della donna stanno trattando un ritiro della denuncia e di conseguenza una riqualificazione del reato che porti i due, se non ad una riconciliazione, quanto meno alla fine della forte conflittualità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maltratta e sequestra la ex compagna, 40enne finisce davanti ai giudici

TrevisoToday è in caricamento