rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Cronaca

Sorpresa a "toccare" il figlio piccolo, 36enne rinviata a giudizio

L'incredibile storia è accaduta in un comune dell'hinterland trevigiano nell'estate dei due anni fa. A denunciare il fatto il papà del piccolo che, al tempo dei fatti, aveva solo 4 anni

Deve stare ad almeno 200 metri da lui e dai luoghi abitualmente frequentati dal bambino, che al tempo dei fatti aveva solo 4 anni. Ma in più la donna, che è anche la madre del piccolo, dovrà affrontare anche il processo in cui deve difendersi dalla grave accusa di atti sessuali su minore. E' questa la storia, incredibile, che vede al centro una 36enne e il figlio a cui la donna, nell'agosto del 2022, avrebbe "toccato"  il piccolo nelle sue parti intime. Il gup di Treviso ha deciso oggi, 18 aprile, di rinviarla a giudizio (l'inizio del processo è fissato per il 9 giugno del 2023) dopo che il fascicolo era tornato nei mesi scorsi alla Procura, rispedito indietro dal giudice del procedimento – che si tiene di fronte al collegio - per un difetto di notifica. Il padre del piccolo, che aveva presentato la denuncia, si costituirà come parte civile assistito dall'avvocato Aloma Piazza.

La vicenda era emersa due estati fa ed era avvenuta in un comune dell'hinterland del capoluogo. Un giorno l'uomo, che di professione è un artigiano, si era presentato alla stazione dei carabinieri e aveva sporto la querela. Non era la prima volta che l'uomo denunciava la compagna con cui pare fosse arrivato ai ferri corti e lei aveva risposto a sua volta con delle contro-denunce nei suoi confronti. L'atmosfera in casa era insomma pesante ma questo fatto ha fatto traboccare il vaso, segnando la fine della relazione.

Secondo il racconto del papà la 36enne avrebbe approfittato dell'assenza dell'uomo, uscito fuori dalla abitazione per svuotare i bidoni della spazzatura; al suo rientro l'avrebbe trovata sul divano, seminuda, mentre sarebbe stata intenta a toccare i genitali del figlio. La prova schiacciante di quello che sostiene starebbe nel contenuto delle registrazioni operate dal sistema di video sorveglianza interno dell'abitazione, che avrebbe ripreso la scena. Immagini che sarebbero alla base della decisione di adottare nei confronti della donna la misura cautelare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sorpresa a "toccare" il figlio piccolo, 36enne rinviata a giudizio

TrevisoToday è in caricamento