rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Cronaca Centro / Piazzetta Aldo Moro

Morti sul lavoro, la mamma di Mattia: «Siamo qui per tenere alta la memoria dei nostri figli»

La mamma del 23enne morto in cantiere a Montebelluna ha partecipato al sit-in organizzato venerdì 30 luglio da Cgil, Cisl e Uil in Piazza Aldo Moro. L'esito dell'autopsia su Aziz Diop, morto alla Grigolin di Susegana, conferma: decesso dovuto alla caduta, escluso il malore

Sindacati in piazza, venerdì 30 luglio, contro la strage silenziosa delle "morti bianche". Cgil, Cisl e Uil provinciali hanno organizzato un sit-in in Piazza Aldo Moro a Treviso, cui hanno partecipato circa un centinaio di lavoratori, per dire "basta" ai decessi sul lavoro.

«Dove siete?» ha tuonato dal palco Mauro Visentin, segretario della Cgil, rivolto alle sedi delle istituzioni. «Basta con la strage della dignità umana - ha continuato - non vogliamo la polemica con gli industriali ma chiediamo loro dove sono, perché non sono qui insieme a noi». Alla manifestazione è intervenuta anche Monica Michelin, la mamma di Mattia Battistetti, il giovane operaio di 23 anni che il 29 aprile morì schiacciato da un carico di impalcature di 15 quintali staccatosi dalla gru nel cantiere di Montebelluna in cui stava lavorando. «Sono qui - ha detto - per chiedere giustizia per Mattia e per tutti i ragazzi che muoiono sul lavoro, che alla mattina si svegliano e non tornano più a casa. Siamo venuti qui e non è stato facile, ma facciamo quello che dobbiamo per tenere alta la memoria di nostro figlio».

Intanto, sempre oggi, sono arrivati i risultati dell'autopsia su Aziz Diop, il 23enne di origine senegalese  morto il 21 luglio scorso alla "Fornaci Grigolin" di Ponte della Priula. Secondo il post mortem, affidato al medico legale Alberto Furlanetto, il giovane è deceduto a causa delle lesioni, al corpo e alla testa provocate dalla caduta,da una altezza di circa 20 metri,  dal silos che stava pulendo. Entro 60 giorni si avranno anche i risultati dei test tossicologici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morti sul lavoro, la mamma di Mattia: «Siamo qui per tenere alta la memoria dei nostri figli»

TrevisoToday è in caricamento