Cronaca

E' ufficiale: in arrivo il nuovo capo della Procura di Treviso

Marco Martani è stato designato dal plenum del Consiglio Superiore della Magistratura. Il 65enne succede a Michele Dalla Costa, che ha lasciato per raggiunti di limiti di età

E' ufficiale: Marco Martani è il nuovo  di Procuratore capo di Treviso.  La sua nomina arriva a poco meno di un anno dalla dipartita del predecessore Michele Dalla Costa, che aveva lasciato l'ufficio per raggiunti limiti di età e aveva  lasciato i magistrati trevigiani non solo privi di una guida ma anche sotto organico, situazione che andrà ad aggravarsi a ottobre, quando uno dei sostituti, Massimo Zampicinini, lascerà per andare al Tar.

Martani, che renderà possesso del suo ufficio entra un paio di settimane, era  avvocato generale di corte d’appello alla procura generale di Brescia. E' stato proposto all’unanimità dalla quinta commissione del Consiglio Superiore della Magistratura.  Il magistrato ha battuto un altro candidato forte, Valeria Sanzari, procuratore aggiunto a Padova. 

Sessantacinque anni, mantovano d’origine, Martani è sposato, ha due figli e torna a Nordest dopo essere stato procuratore capo a Pordenone. Incarico durante il quale ha risolto il caso dell’efferato omicidio del caporal maggiore dell’Esercito Trifone Ragone e della fidanzata Teresa Costanza, freddati con alcuni colpi di pistola, dentro la loro auto parcheggiata davanti alla palestra che frequentavano, nel marzo del 2015. Martani e i suoi investigatori risalirono a un commilitone di Ragone, Giosuè Ruotolo, che li avrebbe uccisi per rancore e invidia. Il militare fu condannato all’ergastolo, la sentenza fu confermata in appello e in Cassazione ed è ora definitiva. E' stato anche  il procuratore generale nel processo d’appello a carico di Massimo Bossetti, accusato di aver ucciso la 13enne Yara Gambirasio

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' ufficiale: in arrivo il nuovo capo della Procura di Treviso

TrevisoToday è in caricamento