Infarto in palestra, 53enne salvato grazie al defibrillatore

L'episodio è avvenuto nella serata di martedì alla Mc Fit di viale della Repubblica. Decisivo l'intervento di uno degli istruttori, Matteo Bovo. L'uomo, trasportato dal Suem 118 al Ca' Foncello, ha poi ripreso conoscenza

TREVISO Minuti di terrore martedì sera all'interno della palestra Mc Fit di viale della Repubblica a Treviso. Un 53enne, durante l'allenamento, è stato colto da un infarto e ha perso conoscenza mentre stava facendo spinning. Il pronto e corretto utilizzo del defibrillatore da parte di uno degli istruttori della palestra, Matteo Bovo, è stato fondamentale per salvare l'uomo che è stato poi soccorso dal Suem 118 e trasportato in ambulanza al Ca' Foncello di Treviso. L'uomo, ricoverato in ospedale nel reparto di cardiochirurgia, ha ripreso conoscenza ed è ora fuori pericolo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

IL RACCONTO "Erano le 21.40 circa -racconta Matteo- è venuta a chiamarmi una signora che mi ha avvisato che una persona, mentre stava facedo il corso di spinning, si era sentita male. Mi sono subito precipitato: li per li pensavo ad un calo di zuccheri o di pressione e, ho trovato, ad un primo impatto, potesse essere una crisi epilettica. Era caduto dalla bici, aveva la bava alla bocca e ho subito fatto chiamare il 118 dalla signora, una poliziotta che lavora in Questura a Treviso. Ho fatto prendere il defibrillatore e ho accertato che lui avuto un arresto cardico; era già incosciente, ha smesso di respirare e non c'era più battito. Ho attaccato gli elettrodi, ho fatto dare una scarica e l'uomo ha ripreso a respirare e poi ho fatto il massagio cardiato in attesa dell'ambulanza. Con il defibrillatore ha fatto altri due controlli e secondo lo strumento non era necessaria un'altra scarica. Ci seguiva la centrale operativa perche la manovra fosse eseguita correttamente".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gioca al Lotto e vince 165mila euro centrando una quaterna

  • E' morto Tommaso, il bimbo di Dosson schiacciato da un cancello

  • Ex Caserma Serena: 133 migranti positivi al test del tampone

  • Disperate le condizioni del bimbo schiacciato da un cancello scorrevole

  • Cancello scorrevole si stacca e travolge bimbo di quattro anni, grave in ospedale

  • Coronavirus, Zaia: «In Veneto misure prorogate fino al 15 ottobre»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento